Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Settembre 2020

Pubblicato il

Frascati, primarie PD: domani si vota

di Redazione

Si sfidano Alessandro Spalletta, Roberto Mastrosanti e il sindaco uscente Stefano di Tommaso in un clima molto teso

E' giunto il momento delle primarie del PD di Frascati, dalle quali uscirà il nome del candidato sindaco del centro-sinistra per le elezioni comunali del 25 maggio.

Il dibattito è stato caratterizzato dalla tensione e da diversi colpi di scena. Inizialmente i candidati erano in quattro: Alessandro Spalletta, Roberto Mastrosanti , il sindaco uscente Stefano Di Tommaso e Vincenzo Rossetti. Tuttavia quest'ultimo, commercialista assai conosciuto in città ha deciso di ritirare la propria candidatura in aperta polemica con il circolo del PD frascatano, reo di non far rispettare le regole e di simpatizzare per Spalletta. Così Rossetti, che aveva basato la propria campagna elettorale su un'alternativa con una marcata caratterizzazione civica (benché la compagine annoverasse alcuni volti noti del centro-sinistra tuscolano e alcuni fuoriusciti dal "Progetto Frascati" del centrista Alessandro Adotti), ha lasciato la contesa in modo polemico. 

In effetti, al di là della polemica sulle regole, la maggioranza del gruppo dirigente è schierata con Alessandro Spalletta (anche lui commercialista, la cui famiglia è molto conosciuta nella cittadina tuscolana), che ha dichiarato apertamente di ispirarsi al modello di centrosinistra di Matteo Renzi e di puntare a un nuovo tipo di relazione fra politica e cittadinanza. Attorno al suo nome sono sorte polemiche per la sua adesione a Forza Italia nel 1994, dalla quale si è allontanato per poi sostenere le coalizioni guidate da Franco Posa Stefano Di Tommaso.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Quest' ultimo sembra trovarsi nella posizione di inseguitore, malgrado sia il sindaco uscente. Basti pensare che in un primo momento non voleva nemmeno candidarsi, salvo poi ripensarci a seguito delle pressioni di Sel e della lista civica "Io amo Frascati". Lo stesso Di Tommaso ha accusato esplicitamente il PD frascatano di essere venuto meno al principio di terzietà fra le parti, al punto da definirsi un "Davide" che dovrà combattere il "Golia" Spalletta. Non a caso, l'attuale sindaco ha solidarizzato con Rossetti e ha addirittura dichiarato che "lo spirito delle primarie è stato tradito"

Il terzo candidato è Roberto Mastrosanti, esponente dell' "Unione dei Moderati"  attuale assessore all’Ambiente e al Bilancio che si ispira anche anche egli a Matteo Renzi e invoca un cambiamento radicale del modo di amministrare la città, in grado di coinvolgere le vecchie e le nuove generazioni. 

Si voterà domani dalle 8 alle 20 nei seggi di Frascati Centro (Piazza San Pietro), Cocciano (Centro Direzionale presso il Piazzale Aldo Moro) e a Vermicino (Via Greuter).

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento