Vuoi la tua pubblicità qui?
14 Maggio 2021

Pubblicato il

Frosinone – Inter 1-3: i ciociari non riescono nell’impresa

di Nicola Compagnone

Finisce 1-3 in favore dell'Inter il posticipo della giornata di A, salvezza che resta una chimera per il Frosinone

FROSINONE – Sconfitta arrivata con onore, quella maturata dal Frosinone contro l’Inter. La squadra di mister Baroni lotta per gran parte della gara sfiorando anche il gol del pareggio in alcune occasioni; troppa però la differenza in campo tra le due compagini.

Un giro palla deciso e consapevole quello dell’Inter, supremazia territoriale netta soprattutto nel primo tempo. Il gol del vantaggio arriva da una disattenzione della difesa che perde la marcatura di Nainggolan il quale, ben servito da D’Ambrosio, gira in porta il pallone del vantaggio. Il gol gela lo stadio ma non la squadra di Baroni che continua ad attaccare e va vicina al gol con Paganini su azione d’angolo. Il raddoppio dell’Inter è però solo questione di minuti: calcio d’angolo battuto da Perisic verso il centro dell’area, poco attento Chibsah che tira giù Srkiniar; è calcio di rigore. Non mancano le discussioni per la trasformazione con Icardi che ha già il pallone in mano quando arriva Perisic, il quale senza troppi indugi, strappa di mano la sfera all’ex capitano e mette il pallone in porta spiazzando Sportiello. E’ 0-2 per gli uomini di Spalletti, risultato che porterà a termine i primi 45’.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nel secondo tempo è un altro Frosinone, sulla fascia Beghetto dispensa cross per i compagni che non riescono mai a trovare la girata vincente. Il pertugio giusto lo trova a metà secondo tempo Cassata: il centrocampista raccoglie l’ottima sponda di Ciofani e di prima intenzione deposita in porta il pallone del 2-1. Il Frosinone è vivo! Ora gli uomini di Baroni ci credono e si spingono in avanti, entra Camillo Ciano per Cassata infortunato. E’ proprio il fantasista napoletano a sfiorare su calcio di punizione il gol del pareggio, la palla è fuori di pochissimo dando allo stadio l’illusione ottica del gol. Nonostante i continui sforzi offensivi il Frosinone non riesce più a incidere; il gol dell’1-3 arriva su azione di contropiede dopo un brutto errore di Ariaudo che regala palla agli avversari a campo scoperto. Icardi è lesto a portare palla in area e duettare con Vecino il quale deposita in porta il gol vittoria che consente all’Inter di portare a casa tre punti pesantissimi in ottica Champions.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Analisi lucida quella di Baroni a fine gara ai microfoni del sito ufficiale www.frosinonecalcio.com:

Mister, paghiamo a caro prezzo gli unici due errori del primo tempo?

“Sono d’accordo, è chiaro che davanti trovavamo un’Inter ‘accesa’ ed in gran forma, una squadra che non avrebbe regalato nulla. Sono venuto qui anche con un grande palleggio però la partita la stavamo anche gestendo bene nonostante la loro pressione. Eravamo un po’ frenetici nella tenuta e nella circolazione della palla, questo sì. Fino a quei due episodi che sono stati due bei cazzotti per noi: sul primo gol siamo usciti fuori in ritardo, è partito il loro contropiede e il cross andava controllato meglio visto che eravamo tre contro due. Il rigore era evitabile, una palla lunghissima. Abbiamo regalato questi due episodi che ci hanno messo nella condizione di giocare la partita in salita. Siamo rientrati in campo dopo il riposo con ferocia, compattezza e se fossimo stati un po’ più fortunati potevamo anche pareggiare tra la punizione di Ciano e il colpo di testa di Ariaudo. La squadra è viva, il 3-1 finale è stato eccessivo, eravamo sbilanciati alla ricerca del pari. Però i ragazzi hanno disputato una buona prestazione contro un’Inter che è arrivata qui con il piglio giusto”.

Foto presa dalla pagina Facebook del Frosinone Calcio

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento