Vuoi la tua pubblicità qui?
14 Luglio 2020

Pubblicato il

Il Frosinone vede la luce, Ciofani affonda la Sampdoria

di Nicola Compagnone

Il Frosinone vince a Genova contro la Sampdoria per una rete a zero, a decidere il match il gol di Ciofani

Bella quanto inaspettata, importante quanto sofferta. Sono questi gli aggettivi che descrivono l’ultima trasferta di campionato del Frosinone; Sampdoria battuta 0-1 e corsa salvezza riaperta. La girata di Daniel Ciofani vale i tre punti per i ciociari che ora guardano al futuro con ottimismo e consapevolezza nei propri mezzi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Fuori Pinamonti, attacco influenzale per lui, dentro Ciofani. Nella Samp l’uomo più temuto è sicuramente Quagliarella il quale, nel primo tempo, fa tremare la porta difesa da Sportiello colpendo un palo dopo la respinta dell’estremo difensore. Una Samp spigliata e a volte leziosa in attacco che non fa i conti con la velocità dei giocatori del Frosinone pericolosi soprattutto con le ripartenze. È proprio da una ripartenza che nasce il gol di Ciofani, ben imbeccato a centro area da Goldaniga gira di prima in porta il pallone e sigla il gol dello 0-1. Un vantaggio che arriva all’improvviso e che costringe i blucerchiati ad attaccare alla ricerca del pareggio. Pareggio che non arriva, rischia di arrivare invece il raddoppio del Frosinone con Chibsah che viene però pescato in posizione di fuorigioco per pochi centimetri. Un Baroni raggiante a fine partita così come i suoi giocatori; ecco le sue dichiarazioni riportate dal sito ufficiale del Frosinone Calcio:

Vuoi la tua pubblicità qui?

Mister Baroni, complimenti per questa terza vittoria esterna. Un Frosinone che ha voluto fortemente questa vittoria. Risultato più giusto secondo lei?

“Abbiamo intrepretato bene la partita come avevo chiesto ai ragazzi. Siamo riusciti nel primo tempo a tenere la linea bene alta. Siamo andati a pressare e questo è l’atteggiamento che deve avere la squadra. Dobbiamo chiaramente migliorare qualcosa nella gestione ma tutto questo è insito anche nella tensione perché non si possono cancellare le sconfitte e la situazione di classifica. Ma mi piaciuta l’attenzione, abbiamo cercato di tenere i nostri quinti stretti, togliere a loro le giocate dentro il campo, li abbiamo costretti ad aprire il gioco concedendo qualche cross che sapevamo di poter difendere meglio. E’ chiaro che ci sono stati momenti di sofferenza ma abbiamo saputo gestire questi momenti. Ma una squadra come il Frosinone non può pensare di non stare attaccata alla partita, alla prestazione. Per questo faccio ancora i complimenti ai ragazzi”.

Il Frosinone sarà adesso impegnato nelle sfide proibitive contro Juventus e Roma, due squadre sulla carta fortissime che non devono però spaventare i giallazzurri. È solo sfornando prestazioni convincenti che il Frosinone può restare in corsa per la salvezza; e le prestazioni che danno fiducia, a volte, passano proprio nei match contro le grandi.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi