Vuoi la tua pubblicità qui?
18 Maggio 2022

Pubblicato il

Intervista a Luciano Cannito, il 19 gennaio al Brancaccio con Diana Del Bufalo

di Anna Mirabile
L'ex Direttore Artistico della scuola di ‘’Amici’’, Luciano Cannito, si racconta in esclusiva: cast e prossime date del tour in tutta Italia
Luciano Cannito
Luciano Cannito
Vuoi la tua pubblicità qui?

Luciano Cannito, regista e coreografo di fama internazionale, ex Direttore Artistico della scuola di ‘’Amici’’, il celebre Talent di Maria De Filippi, debutta il 19 gennaio al Teatro Brancaccio di Roma (qui per info e prenotazioni) con il suo nuovo spettacolo ‘Sette Spose per Sette Fratelli’.

Una nuova versione diretta dal Maestro Cannito con la direzione musicale di Peppe Vessicchio, prodotto da FDF ENTERTAINMENT – ROMA CITY MUSICAL – ART VILLAGE. Protagonisti Diana Del Bufalo e Baz. Lo abbiamo incontrato dietro le quinte per rubare qualche segreto del suo imminente show .

L’intervista esclusiva a Luciano Cannito

Il ballo unisce cielo e terra quasi fosse una preghiera. Lei ravvisa un aspetto spirituale nell’arte della danza?

La prima volta che ho messo piede in un teatro per vedere un balletto fu al San Carlo di Napoli e quando iniziò lo spettacolo, i danzatori mi apparvero come degli angeli. E’ incredibile come lei abbia colto nel segno. La danza mi ha sempre affascinato. Mi sembrava che quegli artisti volassero, che non avessero una corporeità, erano figure eteree. Inoltre l’armonia della musica mi travolse come qualcosa di così elevato e magico a cui volli appartenere. Proprio per questa ragione io decisi d’iscrivermi a una scuola di danza perché ebbi la sensazione di trovarmi in una sorta di chiesa, a contatto con qualcosa di sacro come una preghiera.

Cosa può dirmi di questo suo nuovo musical, un grande classico?

E’ rimasto nell’immaginario di ciascuno di noi in quanto rappresenta un Family Show i cui movimenti ci risultano familiari poiché sono impressi nella memoria collettiva. E’ uno spettacolo popolare, di grande impatto, sensazionale che affronta il tema dell’incontro fra uomini e donne che ho voluto modernizzare e riproporre in una chiave inedita.

Cosa può dirci del cast?

E’ un cast d’eccellenza. Oltre ai due celebri protagonisti ci saranno 12 pretendenti in scena, che sono a tutti gli effetti dei solisti, e in più tutti gli altri personaggi. Un gruppo molto esteso. Un’orchestra dal vivo con Peppe Vessicchio, Silvia Aymonino che crea costumi per la Scala e per grandissimi film . Ci sono artisti immensi dietro a questa produzione.

Qual è a suo avviso la più grande qualità di Diana del Bufalo?

L’autenticità,la spontaneità, è la persona più vera che io conosca e per questo è genuina anche sul palcoscenico e in ogni sua manifestazione. Glielo dico sempre, sono ammirato dalla sua onestà intellettuale e dalla sua freschezza. E’sincera, naturale in tutto. Ha talento.

Le prossime date del tour?

Fino al 6 febbario restiamo al Brancaccio di Roma. Poi saremo a Torino al Teatro Alfieri e subito dopo a marzo al Teatro Repower di Milano e infine nel mesi di aprile debutteremo a Reggio Emilia. Riprenderemo con le altre tappe in tutte le città italiane durante la prossima stagione teatrale. Veniteci a vedere.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?