Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2020

Pubblicato il

La notte europea dei ricercatori a Frascati

di Redazione

Dai Laboratori Enea di Frascati ecco la nuova tecnologia laser antiterrorismo

Nasce a Frascati la nuova tecnologia antiterrorismo in grado di rilevare a distanza tracce di esplosivo sui vestiti dei passanti in luoghi di grande traffico come metropolitane, stazioni o aeroporti. La strumentazione d’avanguardia si chiama RADEX ed è stata sviluppata dai laboratori ENEA, che apriranno le porte al pubblico assieme a quelle degli altri importanti istituti (ASI, CNR, ESA, INAF, INFN, INGV) che risiedono nel polo scientifico e tecnologico di Frascati, tra i più grandi d’Europa, le tre università romane, l’Ospedale Bambino Gesù,l’Istituto San Raffaele Pisana di Roma, l’Osservatorio Astronomico di Gorga, EGO VIRGO di Pisa e i laboratori INFN del Gran Sasso.

«Dopo gli attentati che si sono susseguiti a partire dall’11 settembre 2001 – ad esempio quelli dell’ 11 marzo 2004 in quattro stazioni dei treni a Madrid, quelli del luglio 2005 a Londra, che colpirono il sistema di trasporti pubblici della capitale britannica, e l’attentato del marzo 2010 alla metropolitana di Mosca – è facile pensare a un utilizzo del sistema RADEX in aree sensibili quali aeroporti, metro, stazioni – spiega Roberto Chirico, ricercatore ENEA presso il laboratorio Diagnostiche e Metrologia UTAPRAD-DIM guidato da Antonio Palucci -. Insieme con i sistemi di prevenzione già messi in atto, porterebbe a una ulteriormente riduzione del rischio di attentati terroristici. Non ci risulta infatti che ci siano altri strumenti laser in grado di operare in luoghi pubblici, rilevando tracce così minimali di alcuni esplosivi».

Vuoi la tua pubblicità qui?

Assieme agli spettacoli, le osservazioni stellari, gli aperitivi scientifici, i programmi per i più piccoli e la musica dal vivo, durante la Notte Europea dei Ricercatori del 27 settembre, organizzata da Frascati Scienza, l’associazione promossa dal Comune di Frascati insieme agli enti scientifici e di ricerca, sarà possibile conoscere le ricerche all’avanguardia e incontrare i loro protagonisti.

«La Notte dei Ricercatori è l’appuntamento culmine della Settimana della Scienza, organizzata a Frascati. In questo evento, la città e i tanti laboratori scientifici, dove operano 3000 scienzati, diventano un unico terreno di divulgazione e gioco della conoscenza, nella tradizione della nostra città – afferma il Sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso -. Da qui infatti sono partite le ricerche tra le più importanti in Europa e nel mondo sulla fisica delle particelle, sulle nuove tecnologie energetiche e appunto su quelle laser. Un evento che ogni anno richiama turisti e appassionati e che è reso possibile grazie al contributo di tanti ricercatori e scienziati, che si mettono a disposizione, per divulgare le ricerche e le conoscenze che ogni anno vengono prodotte nel nostro distretto scientifico tra i più importanti in Europa».

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento