Lazio. Ricettazione, armi clandestine e spaccio: 5 arresti

Come riportato dall’agenzia Nova, i Carabinieri della compagnia di Velletri, questa mattina, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali nei confronti di cinque persone. Queste sono gravemente indiziate di ricettazione di uno scooter oggetto di furto, detenzione di armi clandestine e cessione di sostanze stupefacenti.

Materiale sequestrato dai Carabinieri
Sequestro Carabinieri (foto Nova)

I militari hanno eseguito le misure cautelari, di cui 2 notificate a persone già detenute, nei comuni di Ariccia, Lanuvio, Civitavecchia e Frosinone. Le indagini, condotte dai Carabinieri di Ariccia, “oltre a ricostruire l’avvenuta ricettazione di uno scooter rubato, hanno consentito, il 10 maggio 2021, di arrestare – tra i comuni di Albano Laziale e Genzano di Roma – cinque soggetti”.

Quest’ultimi sono accusati di detenzione e porto di armi clandestine. Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e possesso ingiustificato di chiavi false o grimaldelli“. I militari hanno sorpreso i cinque “poco prima che potessero portare a termine il loro disegno criminoso. E sono gravemente indiziati di aver progettato una rapina in un’abitazione a Lanuvio“.

Ricettazione, armi clandestine e spaccio: 5 arresti

L’attività investigativa ha consentito di “individuare un soggetto che aveva eseguito dei lavori in muratura all’interno di un immobile di Albano Laziale“. Qui “era stato ricavato il vano in cui, il 10 maggio dello scorso anno, furono rinvenuti un fucile Benelli calibro 12 con matricola ribattuta e parti modificate per aumentarne la capacità offensiva. Una doppietta calibro 12, a canne mozze, con matricola abrasa. Sette cartucce ad anima spezzata calibro 12 marca Maionchi Az20. Una cartuccia a palla calibro 12 marca Fiocchi. Una cartuccia a palla calibro 12 marca Rottweil“.