Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Agosto 2022

Pubblicato il

Libri: “Tranquilli il libro dentro è scritto grande”, di Paolo Pesce Nanna

di Redazione
Aneddoti della propria vita, alternati a fatti di cronaca accaduti in tempo più o meno passato o recente, riempiono oltre 160 pagine

“Tranquilli il libro dentro è scritto grande”, s’intitola così l’ultimo libro di Paolo Pesce Nanna,  in prima presentazione il prossimo 1 dicembre presso la sala teatro della libreria Mondadori a Frascati, (Piazza del Gesù 18). Edito da Cut Up Publishing, il comico romano dopo il successo di Me so proprio superato, torna quindi a far sorridere dando del tu ai dodici mesi dell’anno dei quali offre un ritratto attento e divertente, mettendone in risalto pregi e difetti.

Aneddoti della propria vita, alternati a fatti di cronaca accaduti in tempo più o meno passato o recente, riempiono oltre 160 pagine, arricchite dalle vignette  di Andrea Domestici (che del libro firma anche la copertina),  nelle quali l’autore sceglie di raccontarsi e raccontare il tempo e luoghi con ironia e umorismo. Mese per mese la comicità di Pesce Nanna mette alla berlina i tic, le debolezze i vizi e le virtù dell’essere umano, invitando comunque il lettore alla riflessione.

Gennaio è tutto quello che non sono io – inizia così l’autore – Io sono fuoco e lui è ghiaccio. Io sono infradito e lui è scarponcino, io sono una spiaggia tropicale e lui una pista da sci. Insomma se dico a gennaio che è un tipo freddo si offende?”.

Nel libro, a tratti esilarante, le storie e i mesi si confondono in un turbinio di emozioni, colori, dolori, amori e personaggi che travolgono prepotentemente il lettore catapultandolo in un viaggio al di fuori del tempo e dello spazio.

Una storia bella e commovente quella dell’attore romano, scopertosi comico a quarant’anni.

“Nel momento più drammatico della mia vita – racconta Pesce Nanna  – rimasto all’improvviso disoccupato, ho scoperto il mio talento, grazie anche all’amore e al sostegno incondizionato di mia moglie Marena. Oggi guardo al passato senza rancore come dico sempre e forse gratitudine. Dal palco alla scrittura il passo è stato breve. Volevo raccontare la mia storia e, senza presunzione, trasferire con il sorriso un messaggio di speranza a chi potrebbe vivere una situazione simile. Io ce l’ho fatta cosi: ho semplicemente indossato i panni miei”.

Domenica 1 dicembre alle ore 17, l’autore, accompagnato alla chitarra e voce  dal musicista e amico Sergio Gaggiotti in arte RossoMalpelo, sarà sul palco a Frascati, per  la serata spettacolo dedicata alla presentazione ufficiale del libro.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?