19 Ottobre 2021

Pubblicato il

Luoghi di culto

Obbligo Green pass a messa, card. Bassetti: “È in corso trattativa col governo”

di Chiara Fedeli
A oggi le cerimonie religiose seguono le norme del protocollo Cei-governo, del 7 maggio 2020
Cardinale Gualtiero Bassetti

C’è una trattativa in corso con il governo, e su quella andiamo avanti. Resta valido il protocollo” Ha dichiarato il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei. Questa la sua risposta al quesito: il Green pass sarà obbligatorio anche per le messe? Sollevato a margine dell’Assemblea Plenaria, tenutasi a Roma questa mattina.

Non è una questione semplice, comunque si usino tuti i mezzi per conservare la nostra salute, per prevenire. E al momento attuale il vaccino è ancora la più grande garanzia che abbiamo” ha aggiunto il cardinale, lasciando presagire che sì, il certificato verde potrebbe diventare obbligatorio per partecipare alle messe.

In questo momento, la Chiesa rimane uno dei pochi luoghi all’interno del quale è possibile accedere senza Green pass – obbligatorio invece, lo ricordiamo, per i locali al chiuso di ristoranti, per il personale sanitario, per le tratte di treni, navi e aerei a lunga percorrenza. È obbligatorio esibire il certificato verde anche per accedere a palestre, cinema e partecipare a eventi. Dal 15 ottobre sarà necessario possederlo per i luoghi di lavoro pubblici e privati.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Insomma, sull’obbligatorietà della certificazione verde anche partecipare alle messe sarebbe al momento in corso un dialogo con il governo. A oggi le cerimonie religiose seguono quanto previsto dal protocollo Cei-governo del maggio 2020, e integrato successivamente con le indicazioni del Cts. Le norme attualmente previste all’interno delle chiese riguardano l’utilizzo delle mascherine, il corretto distanziamento tra i banchi e il mancato contatto di ogni tipo tra fedeli e chi recita l’omelia (non ci si può scambiare il segno di pace e la comunione viene lasciata nella mano). Ma vi si può accedere anche senza Green pass.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La situazione potrebbe dunque cambiare e le ulteriori disposizioni o un eventuale nuovo protocollo Cei-governo sarà diffuso nei prossimi giorni.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo