Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Luglio 2022

Pubblicato il

Omicidio Morganti: oggi si attende la Cassazione per la morte del giovane di Alatri

di Redazione
Emanuele Morganti perse la vita a soli 20 anni, dopo essere stato picchiato a sangue nella notte tra il 25 e il 26 marzo 2017
Corte di Cassazione
Corte di Cassazione

Emanuele Morganti, nel marzo del 2017, perse la vita a soli 20 anni, dopo che fu brutalmente picchiato ad Alatri, in provincia di Frosinone, nella piazza Regina Margherita, a pochi passi dalla discoteca Mirò. Fatali i colpi subiti dal giovane, che morì dopo 24 ore di agonia al Policlinico Umberto I di Roma.

Corte di Cassazione
Corte di Cassazione

Le prime indagini dei Carabinieri stabilirono che ad aggredirlo furono Michel Fortuna, Paolo Palmisani e Mario Castagnacci, i quali finirono sotto processo in Corte d’Assise a Frosinone con l’accusa di omicidio volontario. Oltre a loro tre, fu accusato anche il padre di Castagnacci, Franco, poi assolto. Gli imputati invece furono condannati a 16 anni di carcere per omicidio preterintenzionale. Nel corso del dibattimento, emerse inoltre che la morte di Emanuele sarebbe stata causata da un impatto contro un’auto parcheggiata.

Omicidio Morganti: oggi si pronuncerà la Cassazione

Successivamente, nel febbraio del 2021, la Corte d’Appello di Roma confermò il reato di omicidio preterintenzionale, applicando due anni di sconto di pena agli imputati. Oggi, 25 maggio 2022, come riportato dall’agenzia Nova, è attesa la decisione della Prima sezione della Suprema Corte di Cassazione sul caso.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?