28 Febbraio 2021

Pubblicato il

Regione Lazio, Vincenzi: “Tutti gli interventi per l’emergenza Covid-19”

di Redazione

“La Regione Lazio, che veniva da un lungo periodo di ricostruzione del suo sistema sanitario, ha messo in campo tutte le energie per affrontare il virus"

Cooperative di comunità
Regione Lazio, consiglio regionale alla Pisana

Regione Lazio. “Tre mesi fa, agli inizi di questa emergenza, nessuno immaginava che oltre ad una situazione sanitaria critica, ci saremmo trovati ad affrontare la peggiore crisi economica che l’Italia avesse conosciuto dal Dopoguerra. Una crisi che ha coinvolto tutto e tutti: cittadini, imprese, istituzioni. Che ha messo in discussione stili di vita, relazioni, lavoro, gettandoci in un ignoto futuro, tutto da ricostruire”, così racconta Marco Vincenzi, presidente del gruppo del Partito Democratico in Regione Lazio, commentando questo lungo periodo di emergenza legata alla pandemia da Covid-19.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Regione Lazio e la rete territoriale antiCovid

“La Regione Lazio, che veniva da un lungo periodo di ricostruzione del suo sistema sanitario, ha messo in campo tutte le energie per affrontare il virus. Le sue strutture, le risorse economiche e umane”, prosegue Vincenzi. “Medici, infermieri, operatori, personale e volontari della Protezione Civile, con impegno, grande senso di responsabilità e sacrificio, hanno lavorato insieme per la salute degli italiani e ai quali andrà per sempre la nostra gratitudine. La mobilitazione generale, la messa a disposizione di più di 3mila posti letto, il reclutamento di nuovo personale, la creazione di una diffusa rete territoriale antiCovid, rafforzata dalle unità mobili, hanno saputo tenere testa alla pandemia.

Finanziata la ricerca per un vaccino anti Covid

Inoltre, anche per il futuro, la Regione Lazio ha firmato un protocollo d’intesa con i Ministeri della Salute e dell’Università e Ricerca scientifica e il CNR per lo studio di un vaccino contro il COVID-19, stanziando 5 mln di euro, in aggiunta ai 3 mln statali”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Marco Vincenzi, presidente del gruppo del Partito Democratico alla Regione Lazio

La Regione vicina a famiglie e imprese

Ma questa emergenza sanitaria si è rivelata terribile anche dal punto di vista economico, gettando cittadini, famiglie, lavoratori, imprese e liberi professionisti in uno stato di grave difficoltà: le misure di contenimento necessarie per debellare il virus hanno però comportato il blocco di quasi tutte le attività produttive, con la conseguente perdita di lavoro e reddito per tutti. La Regione Lazio ha messo in campo subito un pacchetto di interventi, denominato “Regione Vicina”, con misure economiche a sostegno di famiglie e imprese; risorse in gran parte riversate ai Comuni, fruibili anche in autocertificazione, che si possono dividere in tre grandi aree di attenzione: persone, lavoro, aziende.

Le persone, le famiglie

Questa settimana ci soffermiamo nello specifico sulle misure intraprese sulle persone e le famiglie, la prossima settimana illustreremo le misure per il lavoro e le aziende.

Per le persone e le famiglie in difficoltà un primo stanziamento di 21 mln di euro per il “Buono Spesa”, cioè l’acquisto di cibo e medicinali e la distribuzione di pacchi alimentari. Sempre rivolto alle famiglie economicamente più fragili previsto un contributo all’affitto per complessivi 56 mln. Contributo che ha riguardato anche i locali “commerciali”, con 23 mln per commercianti ed artigiani, in difficoltà per la perdita di fatturato a seguito delle chiusure imposte dalle norme nazionali.

Un altro importante contributo è andato alla lotta contro l’usura, spettro pericolosissimo sempre e soprattutto in questo periodo di crisi economica: 400mila euro di contributi a fondo perduto per rafforzare le misure della lotta a usura ed estorsione e fino a 3mila euro per famiglie e PMI del Lazio.

Sostegno contro la violenza sulle donne

C’è poi l’attenzione per le donne vittime di violenza: 5mila euro per il contributo di libertà alle donne in uscita dalle case rifugio e ora anche per quelle prese in carico dai Centri Anti Violenza, utilizzabile per pagare sia la caparra per una casa, mobilio essenziale, utenze, spese sanitarie urgenti, che per l’acquisto di generi alimentari o supporti informatici per la didattica online dei figli minori.

Altri interventi hanno riguardato il diritto allo studio, come ad esempio il Bonus connettività studenti: 250 euro una tantum a studenti universitari per acquisto di PC, tablet, schede SIM ecc., con un investimento complessivo di quasi 5 mln. Oppure i 3,5 mln di euro per avviare la formazione a distanza.

Nella Regione Lazio diminuiscono i contagi, i dati del bollettino del 01/06

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento