Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Maggio 2021

Pubblicato il

Lavoro dignitoso

Roma, lo sciopero dei braccianti invisibili della Capitale

di Redazione

Lavoratrici e lavoratori della terra, senza diritti nelle campagne italiane, consegneranno simbolicamente i propri stivali e gli strumenti da campo al Governo

Braccianti
Braccianti

Lavoratrici e lavoratori della terra, braccianti invisibili e senza diritti nelle campagne italiane, consegneranno simbolicamente i propri stivali e gli strumenti da campo al Governo, il prossimo 18 maggio a Roma. Continua così il percorso di lotta per i diritti e per la dignità dei braccianti: “È arrivato il momento per la nostra società di scegliere: se imboccare la discesa verso l’oscura e desolata valle dell’ingiustizia o se percorrere l’elevato e luminoso sentiero della giustizia.

Il diritto ai diritti

È arrivato il momento per la nostra società di parteggiare non perché è conveniente, non perché è sicuro, non perché è popolare ma semplicemente perché è giusto”, si legge sulla raccolta fondi pubblicata su GoFundMe e lanciata dalla Lega dei Braccianti per sostenere le spese dell’organizzazione, per dare a tutti il diritto di poter manifestare sotto i palazzi delle istituzioni nella Capitale.

La risposta della società civile all’appello, rilanciato sul web da Aboubakar Soumahoro, fondatore della Lega Braccianti, è arrivata. La campagna è stata condivisa sui social centinaia di volte e ha oltrepassato i 13mila euro di donazioni.

“Contribuite anche voi a questa manifestazione, permettendoci di scioperare e chiedere giustizia e diritti alle istituzioni – dice Aboubakar in un video pubblicato su facebook – Piantiamo insieme questo seme di giustizia e della legalità affinché nei nostri campi possano germogliare diritti, libertà e dignità. La nostra dignità è anche la vostra dignità!”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tra i commenti dei donatori si legge “Credo che sia importante aiutare questi lavoratori a fare sentire la propria voce, appoggiare la loro lotta per ottenere quei diritti fondamentali che tutt’ora sono loro negati”.

La campagna è raggiungibile qui.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento