Vuoi la tua pubblicità qui?
18 Settembre 2021

Pubblicato il

Capitale Far West

Roma Tiburtino. 13 spari alla porta di casa: donna fugge dal balcone e si ferisce, è giallo

di Redazione
Una scarica di proiettili che ha devastato l'ingresso, e lei presa dal panico, ha deciso di fuggire dalla finestra
marino cocaina arresto polizia di stato
Volante della Polizia di Stato

Roma Tiburtino, via Gian Bistolfi, ore 17 circa, una tempesta di spari. La donna, 40 anni, si trova in casa con i suoi due figli, quando a un tratto spaventosi colpi d’arma da fuoco colpiscono la porta della sua abitazione. Una scarica di proiettili che ha devastato l’ingresso, e lei presa dal panico, terrorizzata che qualcuno potesse entrare in casa, ha deciso di fuggire dalla finestra.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La donna si getta dal balcone e si ferisce. I sanitari la portano all’ospedale Sandro Pertini. La donna, dopo le cure e le visite (20 giorni di prognosi), dichiara di non aver idea di chi possa essere stato a sparare ben 13 colpi alla sua porta. Anche i figli, interrogati dalla Polizia, hanno detto di non avere idea di chi e perché possa averli attaccati con tanta violenza.

La famiglia è salva ma poteva consumarsi una strage.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Giallo al Tiburtino, 13 spari: chi può essere stato?

Gli agenti del Commissariato Sant’Ippolito hanno eseguito rilievi, raccolto i bossoli (di due pistole diverse a quanto sembra) e hanno avviato un’indagine. Dietro la furia del gesto c’è un uomo possessivo e omicida? Un’esecuzione della malavita contro una donna e i suoi figli? Uno scambio di persona?

Secondo quanto riporta Il Messaggero la pista che viene seguita per ora è quella della gelosia, magari di un ex compagno della donna. Ma anche la droga potrebbe essere un movente.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo