Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Giugno 2021

Pubblicato il

La versione di Cesare

Vaccini: hanno demonizzato Astrazeneca solo perché costa poco, invece funziona

di Redazione

Milioni di italiani hanno ricevuto Astrazeneca e hanno trovato benefici dalla vaccinazione, perché continuare a demonizzarlo?

Vaccino AstraZeneca
Vaccino AstraZeneca

Le vaccinazioni ormai hanno raggiunto 30 milioni di Italiani che hanno avuto la prima dose del vaccino anti COVID 19. Altri 10 milioni hanno ricevuto la seconda dose per immunizzare dal pericolo di contagio. In pochi mesi il generale Figliuolo è riuscito a mettere in piedi un’organizzazione perfetta che ha contribuito a far decrescere sensibilmente i contagi. I ricoveri e i decessi sono tornati a livelli gestibili facendo uscire anche la rete ospedaliera dallo stress organizzativo.

Arcuri, il passato

Se fosse rimasto al suo posto quell’incapace del commissario Arcuri gli italiani sarebbero ancora rinchiusi in casa. In quel periodo che è meglio dimenticare, si sono accumulati errori madornali che hanno causato enormi danni all’economia e al bilancio dello stato che ha speso inutilmente 140 miliardi in deficit. Dai banchi con le rotelle ormai dismessi in tutti i plessi scolastici alle mascherine farlocche, costate tantissimo e che hanno arricchito solo i soliti furbacchioni incassatori di consulenze milionarie.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Una volta cose del genere le chiamavano mazzette, mentre adesso le chiamano consulenze. Almeno il governo presieduto dal premier Mario Draghi anche se a pochissimi mesi dall’insediamento, sta riuscendo a far uscire da questo incubo gli italiani e l’Italia dall’assedio del contagio causato dal COVID 19. Milioni di Italiani hanno ricevuto la prima dose del vaccino e moltissimi anche la seconda dose di Astrazeneca. Un vaccino ottimo a costo irrisorio di appena tre euro. Il costo della colazione in un bar.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Astrazeneca costa come cappuccino e cornetto

L’Europa come al solito si sta muovendo male pur di tutelare gli interessi economici delle case farmaceutiche tedesche, ha deciso di non rinnovare il contratto di fornitura del vaccino Astrazeneca. Qualora sia necessario inoculare una terza dose del vaccino Astrazeneca a quegli italiani cosa verrà proposto? Il premier Draghi deve riflettere su questo enorme, serio e delicato aspetto. Non sarebbe corretto inoculare vaccini diversi da quello iniziale. Sicuramente alcuni di quegli pseudo scienziati andranno in televisione a raccontare balle per persuadere gli italiani ad accettare anche un altro vaccino che non sia quello iniziale.

Milioni di italiani hanno ricevuto il vaccino Astrazeneca e hanno trovato benefici dalla vaccinazione. Cosa altro potranno pensare gli stregoni che hanno demonizzato Astrazeneca per molto tempo? Forse per tutelare interessi nascosti o forse perché genuflessi agli interessi tedeschi o nel libro paga delle case farmaceutiche inviteranno gli italiani ad accettare altre soluzioni che verranno sicuramente disattese dalla maggioranza dei vaccinati Astrazeneca.

Cesare Giubbi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento