Voragine Pontina. Codacons: solo fatalità? La magistratura indaghi

“Un episodio gravissimo che avrebbe potuto provocare una strage”. Il Codacons punta il dito sula voragine che si è aperta ieri in via Pontina, nella zona di San Felice Circeo, e annuncia un esposto alla Procura della Repubblica di Latina. Nel quale si chiede “di aprire una indagine per la fattispecie di 'attentato alla sicurezza dei trasporti' sulla base dell'art. 432 del Codice penale che afferma 'Chiunque pone in pericolo la sicurezza dei pubblici trasporti per terra, per acqua o per aria, è punito con la reclusione da uno a cinque anni', e, in caso di decesso dell'uomo attualmente disperso, di procedere per concorso in omicidio”.

Via Pontina e altrove: la voragine è l'incuria

In casi come questo, infatti, il grande rischio è che si liquidi ciò che avviene come una mera fatalità. Portando a delle omissioni che non sono soltanto giudiziarie, ma prima di tutto politiche. L’incuria sistematica non è una svista. È una scelta deliberata, anche se spesso così abituale da essere ripetuta senza starci a riflettere, e gli abitanti dei diversi territori dovrebbero decidersi a considerarla una discriminante decisiva, quando sono chiamati a scegliere i propri amministratori pubblici,

"La magistratura – scrive il Codacons – deve verificare le responsabilità di tutti i soggetti coinvolti, dal gestore della strada agli enti locali, per capire se la tragedia poteva essere evitata. In particolare vogliamo capire se vi siano state omissioni o negligenze sul fronte della manutenzione e della messa in sicurezza della strada che hanno prodotto l'apertura della voragine con conseguenti immensi rischi per la collettività. Ci costituiremo inoltre parte offesa in un eventuale procedimento penale e faremo intervenire come parti civili tutti i residenti della zona che percorrono abitualmente la Pontina”.

Si attendono risposte dagli inquirenti, specialmente se avranno voglia… di inquirere.  

Leggi anche:

Voragine Pontina-San Felice Circeo, riprendono le ricerche del disperso

Artena come Roma: si è aperta una voragine in via Giuseppe Garibaldi

Le notizie nei tg: l’Italia se ne va e noi?