Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Giugno 2021

Pubblicato il

Il Comunicato Stampa delle Associazioni Sportive e Sociali Italiane

Il no alla ripresa degli sport da contatto è una decisione insensata

di Mirko Ciminiello

La Lega contro il Comitato Tecnico-Scientifico sul calcetto: "scelta conservativa e in controtendenza rispetto ai dati rassicuranti della curva epidemiologica"

calcetto e sport da contatto
Calcetto

Riceviamo e pubblichiamo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

——————————————————————————————————————–

ROMA – «La decisione del Comitato Tecnico-Scientifico della Protezione Civile di non riprendere l’attività per quanto attiene gli sport da contatto è in controtendenza rispetto ai dati rassicuranti della curva epidemiologica, a quanto indicato dalle linee guida per le singole discipline che stabiliscono misure di sicurezza da attuare e alla ripresa complessiva delle attività nel Paese.

«Il popolo degli sportivi, quanti giocano su un campo da calcetto o in una villa la domenica mattina, attendono il via libera per potersi lasciare alle spalle un periodo difficile. E questo attendono anche i tantissimi gestori di palestre e circoli sportivi la ripresa dei quali è lenta, fragile e piena di insidie. Decisioni quantomeno esagerate non aiutano la ripartenza.

La politica ottusa del “no” a ogni costo, come sottolineato da Matteo Salvini, non porta da nessuna parte. Giusto ripartire con tutte le attività sportive: prima lo si farà e meglio sarà per tutti. Per chi lo sport lo vive quotidianamente e per chi lo organizza e lo propone.

«Quello che passa con il no del Cts è, nella percezione generale, un messaggio di diseguaglianza e diseducativo: una volta risolto il problema del Calcio di Serie A, tutto il resto sembra poter attendere…».

Vuoi la tua pubblicità qui?

Così il Sen. Claudio Barbaro, Presidente di ASI, Associazioni Sportive e Sociali Italiane, su Cts e sport da contatto.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento