Vuoi la tua pubblicità qui?
12 Maggio 2021

Pubblicato il

L’Inter serve il poker, 4-0: il Frosinone deve inchinarsi

di Redazione

Bella prestazione degli uomini di Stellone nei primi 60 minuti di gioco. L’Inter, però mostra i muscoli e travolge i Ciociari che si arrendono alla forza degli avversari

Il posticipo della tredicesima giornata di serie A ci regala il match tra Inter e Frosinone. La gara, in programma allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, è molto importante per entrambe le compagini: i nerazzurri, dopo i passi falsi di Roma e Fiorentina, hanno l’occasione di volare in testa da soli. Il Frosinone che cerca ancora la prima vittoria esterna, ha l’occasione di uscire dalla zona retrocessione, scavalcando il Bologna di Donadoni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La partita inizia subito a ritmi alti con il Frosinone che sembra non voler farsi schiacciare dai padroni di casa. Al 6° minuto, infatti, si presenta in area di rigore con un ottimo cross dalla sinistra, la palla arriva a Soddimo che la lascia sfilare e calcia di collo pieno, ma solo un colpo di reni di Handanovic impedisce agli ospiti di passare in vantaggio. Le due squadre, dopo un avvio con il piede sull’acceleratore, sembrano rallentare i ritmi affidandosi alle conclusioni da fuori che non impensieriscono, però, i due portieri. Al 29’ con un altro tiro da fuori, la squadra di Mancini trova il vantaggio: Ljajic raccoglie una respinta difensiva, prova la botta da fuori, Leali respinge, ma la palla arriva a Biabiany che da pochi metri spara il pallone sotto la traversa e torna alla rete dopo un digiuno durato quasi 18 mesi.  Il match prosegue con il Frosinone che non sbanda, ma con l’Inter che aumenta le conclusioni verso la porta. Al fischio della fine del primo tempo, le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di 1-0.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Come nel primo tempo, la ripresa inizia con le due squadre che giocano intensamente. Dopo due occasioni in 3 minuti, una per parte, è l’Inter a trovare la rete con Icardi al 7’ minuto. Pallone scambiato al limite dall’argentino con Ljajic, il serbo penetra in area, serve Icardi che riesce battere Leali di piatto nonostante la pressione di un avversario. I Ciociari tengono bene il campo, ma i nerazzurri passano di forza. Dopo il doppio vantaggio la squadra di Mancini serra le linee di passaggio e cerca di rallentare i ritmi sfruttando i contropiedi. Proprio da contropiede nasce la possibile occasione del game over al 70’ per il Biscione, con Icardi che appoggia per Biabiany in velocità, l’esterno calcia in diagonale a colpo sicuro, ma Blanchard evita la rete sulla linea con Leali ormai battuto.Gli ospiti piano piano perdono intensità e l’Inter riesce a chiudere i giochi con un’azione meravigliosa: minuto 86’ Nagatomo taglia in area per Jovetic, il montenegrino si inserisce e innesca con un gran colpo di tacco Murillo, il difensore nerazzurro arriva a rimorchio e fa passare il pallone in mezzo le gambe di Leali. 3-0. Passano quattro minuti e i nerazzurri servono il poker, Ljajic temporeggia al limite dell’area, serve Brozovic che arriva velocissimo in area e con una diagonale di piatto metto il sigillo sul match. Roboante 4-0 dell’Inter che vince e vola, quindi, in cima alla classifica senza la compagnia della Fiorentina.

*Foto di Claudio Pasquazi

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento