Vuoi la tua pubblicità qui?
16 Luglio 2020

Pubblicato il

Parte il Festival di Cannes ma è divieto di selfie sul red carpet

di Redazione

Due gli italiani in concorso: Matteo Garrone con  ‘’Dogman" e "Lazzaro Felice" di Alice Rohrwacher

Parte oggi martedì 8 maggio la 71esima edizione del Festival del Cinema di Cannes e si concluderà sabato 19 maggio. Un anno di grandi cambiamenti: l’esclusione dei film della piattaforma Netflix , perché il cinema si deve svolgere al cinema ha dichiarato il delegato generale;  le proteste contro gli abusi sessuali con il movimento #Metoo e il divieto per la prima volta di farsi selfie sul tappeto rosso.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Inoltre, dopo lo scandalo che ha riguardato il produttore statunitense Harvey Weinstein che fino al 2017 era ospite fisso del festival, Thierry Frémaux, il delegato generale del festival, ha dato molto più spazio alle donne quest’anno, vere protagoniste di questa edizione. A cominciare da Cate Blanchett, presidentessa della giuria, già premio Oscar, che è stata anche forte sostenitrice delle proteste femminili contro le violenze a donne e atrici di Hollywood.

‘’Ci saranno diversi appuntamenti – ha detto in conferenza stampa Fremaux – il 12 maggio per esempio sfileranno le donne del cinema, registe, attrici, quasi un centinaio di donne manifesteranno insieme per far sentire la loro voce”. E sul divieto di selfie ha detto: “Lo ripeto ancora una volta, il motivo per cui sono vietati è solo tecnico. La scalinata è lunga, ci si mette troppo tempo se ci si ferma a scattarsi le foto, si cade perché non si guarda dove si va e in finale non si viene a Cannes per ammirare se stessi, si viene per guardare e ammirare gli altri”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ha ricordato poi anche il regista Ermanno Olmi, appena scomparso. “Finalmente ora si parlerà di cinema e di film, ed è il più bell’omaggio che possiamo fare a Pierre Rissient ed Ermanno Olmi scomparsi da poco, nel 78′ il regista italiano vinse la Palma d’oro qui con ‘L’albero degli zoccoli’ e il miglior modo per omaggiarlo è parlare di cinema e non di selfie”.

La giuria, oltre che dalla presidentessa Cate Blanchett, è composta da:  Léa Seydoux, Andrey Zvyagintsev, Denis Villeneuve, Khadja Nin, Kristen Stewart, Chang Chen, Ava Duvernay et Robert Guédiguian,

Due gli italiani in concorso: il regista Matteo Garrone con  ‘’Dogman" e "Lazzaro Felice" di Alice Rohrwacher.

Foto presa sul profilo ufficiale Instagram

Ermanno Olmi, addio al regista delle persone comuni

Cinema. Dal 14 Giugno A Quiet Passion, Cynthia Nixon è Emily Dickinson

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi