Vuoi la tua pubblicità qui?
22 Settembre 2020

Pubblicato il

Servizi di controllo straordinari dei Carabinieri

di Redazione

9 arresti nelle ultime ore a Roma nord

Nell’ambito di servizi straordinari di controllo del territorio nella zona a Nord di Roma, disposti dal Gruppo Carabinieri di Ostia, i Carabinieri della Compagnia Roma Cassia, nelle ultime 24 ore, hanno arrestato complessivamente 9 persone.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I primi a finire nella rete dei militari dell’Arma sono stati quattro ragazzi, tutti cittadini romeni di età compresa tra 20 e 22 anni, alcuni dei quali già noti alle forze dell’ordine, arrestati a La Storta per una serie di furti commessi all’interno di supermercati della zona. I Carabinieri dopo una serie di appostamenti durati più giorni, li hanno attesi all’uscita di un supermarket in cui avevano rubato della merce e seguiti fino a scoprire dove nascondevano la refurtiva, ovvero all’interno di un furgone, recuperando anche merce che avevano rubato nei giorni scorsi da altri tre negozi della zona. I romeni sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato e continuato: la refurtiva recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari.

A Prima Porta, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato due minorenni con l’accusa di tentato furto in abitazione. I due sono stati sorpresi mentre forzavano le inferriate di un appartamento.

I Carabinieri della Stazione Roma Settebagni hanno arrestato invece un incensurato abitante nel quartiere Cinquina che nascondeva in casa circa 2 kg di marijuana, varie piante di canapa indiana e tutto l’occorrente (lampade e pareti argentate) per far crescere velocemente le piante ed essiccarne le foglie.

I militari della Stazione Carabinieri di Roma Casalotti hanno arrestato un cittadino italiano mentre se ne andava in giro per la città, in piena notte, nonostante fosse ristretto all’obbligo degli arresti domiciliari.

Un cittadino albanese di 23 anni e già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato poiché fermato a Piazza Ormea, nonostante il divieto di far rientro sul territorio nazionale da cui era già stato espulso e riaccompagnato nel suo paese di origine.
 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento