01 Marzo 2021

Pubblicato il

4 strade per 4 eroi che donarono gli organi

di Redazione

Domenica la cerimonia in Aula Consiliare a Cisterna di Latina

In concomitanza con la Giornata Nazionale della Donazione e Trapianto di Organi e Cellule, Cisterna ricorda i suoi primi quattro donatori di organi: Mirella Ciuffa, Stefano Giordani, Federica Ciannavei, Luca Cicchitti.
A loro, nel corso di una cerimonia che si terrà alle ore 10,30 inizialmente prevista nella corte interna di Palazzo Caetani ma che a causa del rischio di pioggia è stato deciso di tenere in Aula Consiliare, verranno intitolate a ciascuno una strada nella zona di nuova espansione sviluppata tra il centro urbano ed il quartiere San Valentino.

Precisamente verrà intitolatala a Mirella Ciuffa la strada che costeggia, dal semaforo alla rotatoria, la nuova arteria di collegamento con il quartiere San Valentino; a Federica Ciannavei il primo tratto di strada che dalla rotatoria su via Machiavelli conduce verso le nuove edificazioni, il secondo tratto con parcheggio verrà intitolato a Luca Cicchitti, infine la traversa di ricongiungimento con via Machiavelli verrà intitolata a Stefano Giordani.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Alla cerimonia di scoprimento e benedizione dei cartelli indicanti i nomi dei donatori, interverranno il Presidente Regionale e delegato Nazionale Aido Maria Antonietta Di Lazzaro, il Presidente del Gruppo Comunale Aido Agnese Casini, i familiari, amici e parenti dei donatori ai quali sono state intitolate le strade, il Sindaco Antonello Merolla, il Presidente della Commissione Toponomastica Eleonora Della Penna.

“Dopo l’intitolazione della strada ai Donatori di Organi – afferma il presidente Aido di Cisterna, Agnese Casini – questo è uno dei primi casi, se non il primo, di intitolazione nominative in Italia di strade a donatori di organi, noti all’associazione, secondo il vigente iter normativo e che pertanto rientrano pienamente e permanentemente nella toponomastica della città”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento