Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Maggio 2021

Pubblicato il

Adolfo Mele e i 5 Stelle Artena al lavoro per le amministrative 2019

di Redazione

Mele: “L’operato dell’Amministrazione Angelini in toto, su una scala da 1 a 10 la valuto 1”

Adolfo Mele, il primo e l’unico al momento ad aver annunciato la propria candidatura a Sindaco per le elezioni amministrative 2019: per il Movimento 5 Stelle Artena o 5 Stelle Artena? Infatti, abbiamo notato che nei manifesti affissi manca la parola “movimento”. Per quale motivo? E perché ha scelto di candidarsi?

La questione del nome è legata al regolamento nazionale, non “Movimento 5stelle” ma momentaneamente solo “5 Stelle”, finché non abbiamo la certificazione. Anche se io già ho quella di quattro anni fa, che è decaduta con le elezioni del 2014. Ora siamo in fase di certificazione, come in tutti gli altri comuni d’Italia. Ho scelto di candidarmi dopo varie riunioni con gli attivisti, abbiamo lavorato in questi quattro anni come si è potuto vedere con i vari progetti che abbiamo presentato. È stato fatto il mio nome, così come Attilia Donnini è stata scelta come vicesindaco”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

È un fatto insolito scoprire subito il candidato Sindaco e quello che potrebbe essere Vicesindaco. Gli altri componenti della lista li avete o ci state lavorando?

“Parte della lista già c’è, altre persone si stanno avvicinando ma è tutto in fase di lavorazione. Per quanto riguarda il dire subito chi è il sindaco e il vicesindaco è per permettere ai cittadini di Artena di conoscerci e di studiarci già da subito. Avranno un anno per conoscerci bene sia al livello personale che politico”.

State lavorando anche sul programma? Avete qualcosa di definito?

Lo stiamo già studiando e vedendo vari punti con cui formarlo. Comunque il programma è aperto, non sarà mai impacchettato al 100%. Se qualcuno avrà idee per migliorare la qualità di vita dei cittadini sarà sempre aperto”.

Come valuta questi quattro anni e mezzo di amministrazione Angelini in toto?

“Su una scala da 1 a 10 io valuto tutta l’Amministrazione 1, perché non hanno fatto nulla per la popolazione. Partiamo dalle famose strisce blu che non volevano: stanno ancora là. O parliamo dell’appalto dell’illuminazione pubblica: tre mesi prima delle elezioni non volevano quel contratto appena sono entrati l’hanno firmato. Con tutto che noi avevamo presentato un progetto da 200mila euro che non è stato neanche considerato. O il contratto per la raccolta differenziata? Tanta gente spera in una diminuzione che non ci sarà mai perché il prezzo della raccolta è fisso e la modalità della raccolta differenziata è obsoleta, serve la tariffa puntuale, che poteva iniziare sin da subito”.

Lei è molto attivo sui social, in particolare Facebook. In uno dei suoi commenti in merito alle ultime notizie sul Consiglio comunale lei avrebbe messo in dubbio l’esistenza delle opposizioni ad Artena. Qual è la sua valutazione in merito?

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Secondo noi l’opposizione non c’è mai stata. Io sono andato ai primi Consigli comunali per vedere e anche riprenderli e trasmetterli. L’opposizione si è sempre adeguata alla maggioranza: guardiamo il caso della farmacia comunale che la voleva la maggioranza e l’opposizione si è accodata dandola al privato. Quindi non c’è mai stata, ad eccezione di qualche progetto da parte di Armando Conti”.

Passiamo alla fantapolitica, chi saranno i suoi prossimi avversari?

“Non so e non mi interessa. Sicuramente si paleseranno ad aprile senza fare un percorso con i cittadini, senza confrontarsi con i cittadini ma solo tutto all’ultimo momento perché vanno a bacino di voti e non di programma”.

“Buon Anno a tutti dal Movimento 5 Stelle Artena”

L'intervista ad Adolfo Mele è di Manuel Mancini per Notizie del Cuore di Novembre. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

LEGGI ANCHE:

Etna, terremoto vicino a Catania: decine di feriti e case crollate

Artena, la storia di una mamma che non vede il figlio da quattro anni

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento