Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Agosto 2022

Pubblicato il

Incidenti mortali

Cassino, incidente A1: tre morti e due feriti gravi

di Cristina Accardi
Incidente mortale sull'A1. Perdono la vita i conducenti di due tir e un automobilista. Sono ferite gravemente altre due persone
Macchina della polizia conn la scritta incidente

Tragedia sull’A1. Perdono la vita tre persone in un incidente nel tratto di strada tra Cassino e San Vittore del Lazio. Altre due persone sono rimaste ferite gravemente. Sono ancora ignote le cause del sinistro.

Incidente A1: tre uomini perdono la vita

Era da poco scoccata la mezzanotte quando i conducenti di due tir si sono schiantati insieme ad un’auto. Le dinamiche sono ancora da accertare da parte della Polizia Stradale, ma l’ipotesi più accredita è quella che vede i due tir percorrere l’A1 e cercando di scansare un’auto in panne hanno perso il controllo dei loro mezzi e si sono scontrati

Le vittime del sinistro sono stati i tre conducenti dei mezzi coinvolti. I loro corpi per ore sono rimasti incastrati tra le lamiere, tanto che è stato necessario un lungo e delicato intervento dei Vigili del fuoco per recuperare le salme.

Le corsie sono rimaste chiuse fino alle prime luci dell’alba. Per evitare di compromettere la viabilità è stato chiusa tutta la corsia nord. In alternativa la Polizia stradale ha fatto defluire il traffico in senso contrario fino al casello di Cassino. Mentre coloro che erano diretti a sud dovevano immettersi nell’uscita per Cassino.

Oltre le dinamiche ancora in fase di accertamento, anche l’identificazione delle vittime è ancora in corso. Attualmente i corpi sono stati trasportati all’obitorio del Santa Scolastica di Cassino, dove sono a disposizione della Magistratura della Procura di Roma. Il magistrato di turno è Chiara D’Orefice, che dovrà decidere se disporre o meno l’autopsia per fare i dovuti accertamenti sulle possibili cause del sinistro.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo