Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Settembre 2020

Pubblicato il

Colleferro, Rocco Sofi sfida Sanna: sarà lui il candidato del centrodestra

di Redazione

A Colleferro una riconciliazione tra Mario Cacciotti e Rocco Sofi appare difficile, dal momento che ancora oggi gli rimprovera la sfiducia di 5 anni fa

Elezioni Colleferro, Rocco Sofi
Rocco Sofi

A 45 giorni dalle elezioni il centrodestra colleferrino sembra aver trovato la quadra intorno alla figura di Rocco Sofi. Sarà lui, infatti, a sfidare il sindaco uscente Pierluigi Sanna e l’ex sindaco Mario Cacciotti per la poltrona di primo cittadino della città più grande della Valle del Sacco. Una candidatura, quella dell’avvocato penalista, tanto autorevole quanto divisiva. Se da una parte l’ex sindaco Mario Cacciotti aveva infatti già annunciato la corsa in solitaria sotto il simbolo di Forza Italia, ora anche l’ex presidente della Provincia di Roma ed ex sottosegretario Silvano Moffa si sfila dalla corsa annunciando in un comunicato stampa che non presenterà alle prossime elezioni amministrative le sue due liste “Azione popolare” e “Colleferro 2.0” a sostegno di Sofi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Rocco Sofi candidato sindaco a Colleferro

Rocco Sofi è avvocato penalista e vanta nel suo curriculum anche una lunga esperienza da consigliere comunale a Colleferro. La sua esperienza si interruppe nel 2014 quando, in rotta di collisione con la maggioranza di cui lui stesso faceva parte, si dimise decretando di fatto la fine dell’era Cacciotti a Colleferro. Nelle elezioni del 2015 si schierò poi tra le fila della lista centrista che sosteneva Emanuele Girolami come candidato sindaco senza però riuscire ad essere eletto. Ad oggi la candidatura di Sofi può contare sul sostegno di Fratelli d’Italia, Lega e alcune liste civiche, ma dovrà lavorare duramente per ricompattare le varie anime del centrodestra se vuole coltivare sogni di vittoria in una sfida che si preannuncia già difficile.

Se con Mario Cacciotti una riconciliazione appare difficile, dal momento che ancora oggi gli rimprovera la sfiducia di cinque anni fa che aprì le porte del Comune di Colleferro proprio a Sanna, con Moffa invece i margini di trattativa sono sicuramente maggiori. Proprio Moffa auspicava infatti un ricambio generazionale nella classe dirigente del centrodestra colleferrino e ora lamenta la mancanza di condivisione nella scelta del candidato sindaco. Nel frattempo, Sanna resta alla finestra in attesa di capire se le mosse del centrodestra porteranno a qualcosa di pericoloso oppure no. Sta di fatto che certo ora a Colleferro è cominciata ufficialmente la campagna elettorale.

Chiara Marricchi

Valmontone, abusi sessuali su una studentessa da parte di una docente

Sicurezza stradale: il dispositivo che blocca l’auto se hai bevuto troppo

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento