Vuoi la tua pubblicità qui?
21 Ottobre 2020

Pubblicato il

Disagi pendolari, politici salgono sul treno

di Redazione

Esponenti di alcune giunte dei Castelli Romani aderiscono all'iniziativa "Pendolaria" di Legambiente

Si sono ritrovati stamattina alla stazione di Ciampino, per salire al bordo del treno delle 9.18 che conduce a Roma Termini. Alcuni esponenti politici di vari comuni dei Castelli Romani intendono verificare in prima persona i disagi dei pendolari, che tutti i giorni viaggiano verso la Capitale in condizioni tutt'altro che confortevoli sulla linea Roma Termini—Frascati—Albano Laziale—Velletri.

Vuoi la tua pubblicità qui?

E' attesa la presenza Guglielmo Abbondati, Assessore Ambiente Viabilità di Ciampino; Stefano Cecchi, Presidente Consiglio Comunale di Marino; Emilio Cianfanelli, Sindaco di Ariccia; Claudio Fiorani, Assessore Ambiente e Mobilità di Albano Laziale; Milvia Monachesi, Sindaco di Castel Gandolfo; Daniele Ognibene, Presidente Consigliere Comunale di Velletri.

Questa iniziativa rientra nell'ambito della campagna promossa da Legambiente, chiamata "Pendolaria", che ha lo scopo di mettere i pendolari in condizione di viaggiare su treni più moderni, puliti e puntuali. Per questa ragione, stamane a bordo del treno delle 9.18 sono saliti anche Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio; Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio; Aniello Semplice, direttore regionale Trenitalia Lazio; Cristiana Avenali, consigliera Regione Lazio; Mariadomenica Boiano, responsabile campagne di Legambiente Lazio.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento