Ai turisti prezzo più caro

Fiumicino, Polizia locale sorprende tassista nei pressi aeroporto mentre truffa un turista

Durante i controlli da parte degli agenti della polizia di Roma Capitale contro il fenomeno dell’abusivismo di taxi e Ncc all’aeroporto di Fiumicino (dopo 4 anni sono ripartiti i servizi di controllo sull’odioso fenomeno), una pattuglia della Squadra Vetture del Gpit (Gruppo Pronto Intervento Traffico) ha sorpreso un tassista mentre tentava di truffare un turista di nazionalità irlandese di 58 anni.

A differenza dei taxi, che sostano su aree pubbliche specificatamente segnalate, il trasporto pubblico non di linea (denominato N.C.C.) è rivolto a un’utenza indifferenziata e non è obbligato a svolgere la corsa all’interno del solo territorio comunale, bensì può svolgere il servizio su tutto il territorio nazionale e internazionale. 

Tassista impostore

L’uomo aveva preso il taxi per recarsi all’aeroporto quando, al momento di pagare, ha consegnato una banconota da 50 euro al conducente. Il tassista però, scambiando la banconota, gli ha chiesto un’ulteriore somma di denaro dicendo al cliente di aver ricevuto solo 10 euro.

Il malcapitato, confuso, stava per dare al tassista il denaro richiesto, ma fortunatamente due agenti della Polizia Locale, in servizio di vigilanza in abiti civili, hanno notato la scena del raggiro e, una volta qualificati, hanno chiesto i documenti al conducente del taxi.

Tentata truffa e segnalazione del tassista

Oltre alla denuncia per tentata truffa, nei confronti dell’uomo, 47ennne italiano, scatterà apposita segnalazione agli uffici del Dipartimento Mobilità e Trasporti. Così in un comunicato la Polizia di Roma Capitale. (Comunicati/Dire)