Vuoi la tua pubblicità qui?
04 Luglio 2020

Pubblicato il

Lotta al tabagismo consapevolmente

Presentato il progetto che coinvolgerà attivamente 350 studenti

Scegliere, consapevolmente, di non fumare. E’ questo ciò che propone il progetto presentato oggi agli studenti del Liceo e domani dell’Istituto Tecnico Commerciale del Campus dei Licei Ramadù.
Organizzato dall’associazione Amici del Territorio con il patrocinio del Comune di Cisterna di Latina, il progetto interesserà circa 350 studenti della prima classe superiore di tutte le scuole di Cisterna che prenderanno parte a 4 incontri di circa due ore ciascuno tenuti dalla psicologa Stefania Romano, coordinatrice del progetto, e dalla pneumologa Ida Ciamarra. Oltre a loro erano presenti stamani il presidente di Amici del Territorio, Anna Abagnale, ed il delegato all’associazioni Antonio Lucarelli.

“Con l’ausilio di un filmato dal forte impatto emotivo – spiega la coordinatrice Stefania Romano – abbiamo subito dato l’idea della metodologia con la quale vogliamo coinvolgere i nostri ragazzi al fenomeno del tabagismo. Un corso non di repressione ma di conoscenza, sia dal punto di vista medico che psicologico, dell’uso della sigaretta affinché si possano comprendere le cause e soprattutto gli effetti provocati e scegliere consapevolmente di non fumare. Per questo sono previsti role-playing, brain storming, interviste e gruppi di animazione. Dunque far scegliere una vita senza fumo di tabacco incentivando l’iniziativa personale, la promozione di giudizi indipendenti facendo leva sui modi di rafforzare la capacità di far fronte alle pressioni sociali”.

“Da diverso tempo Amici del Territorio – dice la presidente Anna Abagnale – sta lavorando al progetto antifumo che, grazie al sostegno del consigliere Lucarelli e alla professionalità della coordinatrice Romano e della pneumologa Ciamarra finalmente giunge alla sua realizzazione con la speranza che possa portare conoscenza e beneficio a tanti nostri ragazzi”.

“Ho subito condiviso gli scopi e sostenuto il progetto – ha detto Antonio Lucarelli – sia come consigliere, che come genitore e operatore del settore sanitario. L’iniziativa si inserisce perfettamente negli scopi dell’articolo 32 della Costituzione Italiana, che sancisce la tutela della salute come diritto fondamentale dell'individuo e interesse della collettività, ed interviene nella giusta fascia di età, quella che attraverso il simbolo della sigaretta vorrebbe dimostrare di essere più grande rispetto ai propri coetanei. Ecco, il progetto mira proprio a far emergere i falsi miti legati alla sigaretta, comprendere gli effetti e scegliere consapevolmente di non fumare. Insomma diventare ambasciatori di salute per sé stessi e per le persone a cui si tiene, siano esse amici, familiari o parenti”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi