Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Maggio 2021

Pubblicato il

Marco Cavola di Lariano è morto durante una battuta di caccia in Scozia

di Redazione

Secondo le prime notizie il colpo sarebbe partito dal fucile di un suo amico

La cittadinanza di Lariano, in provincia di Roma, nella giornata di ieri, lunedì 25 marzo 2019, è stata scossa da una tragica notizia: Marco Cavola, 43enne, marito, padre e stimato imprenditore, mentre era in Scozia per una battuta di caccia, è stato centrato accidentalmente da un colpo di fucile e ha perso la vita. Una disgrazia che ha lasciato nel dolore tutto il territorio, ma soprattutto la famiglia e gli amici che erano con lui nel Regno Unito. Secondo le prime notizie che giungono dal Regno Unito, il colpo sarebbe partito dal fucile di un suo amico di Lariano, con il quale era a caccia insieme con il terzo componente del gruppetto. Sono in corso gli accertamenti presso le autorità scozzesi e il rientro degli altri due italiani e della salma in Italia è non è ancora stato fissato.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Molto conosciuto nella cittadina dove era nato e viveva, Marco Cavola era titolare di una ditta edile e di movimento terra, lascia la moglie e tre figli piccoli: due bambine e un bambino. Moltissimi i messaggi da parte di chi lo conosceva lasciati sulla sua pagina Facebook; Massimo: Buono, onesto ed operoso, amato e stimato da tutti. Ma d’altronde si sa, ci lasciano sempre le persone migliori. E tu, caro Marco, lo sei sempre stato. Ti ricorderò per sempre amico mio”. Antonio: “Esempio di bontà d'animo altruista e indomabile lavoratore. Ci mancherai su questa terra veglia e proteggi i tuoi cari. Ciao Marco”. Alla famiglia giungano le nostre più sentite condoglianze.

Vuoi la tua pubblicità qui?

LEGGI ANCHE:

Vuoi la tua pubblicità qui?

Allerta vento su tutto il Lazio, da stasera e per prossime 36 ore

Treni, Linea Roma-Cassino: Continuano lavori tra Ciampino e Colleferro

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento