07 Marzo 2021

Pubblicato il

Pio Belli: 81 anni, spalle forti, fisico atletico e una vita per lo sport

di Redazione

La camminata di Natale di Domenica 22 Dicembre sarà anche l'occasione di abbracciare un vero manifesto dello sport come Pio Belli

E' una vera celebrità Pio Belli, leggendario ormai dentro i suoi 81 anni, con i capelli ancora tutti al loro posto, le spalle dure che non ti aspetti e un fisico atletico impressionante. Ma non dovrebe sorprendere visto che davanti a noi c'è un uomo che ha dedicato allo sport, alla marcia, all'atletica leggera, il suo tempo migliore, raggiungendo obiettivi da atleta e ancora di più da allenatore e guidando intere generazioni di  ragazzi a conquistare risultati importanti educandoli al gusto saporito dell'attività sportiva, che è una delle migliori forme di prevenzione alle insidie dell'animo umano.

Da bambino vive come altri valmontonesi all'interno di Palazzo Doria Pamphili, il palazzo nobiliare della città e insieme agli amici della famiglia Stoppani e ad altri ragazzi che lo seguono, comincia a fare le prime corsette. Le sgambate e le prime gare, la passione è forte e la fantasia galoppa. E' il tempo di Coppi e Bartali e anche senza bicicletta la gara è sempre appassionante, sia nei panni di Fausto che in quelli di Gino. Le sfide si allargano per le vie del paese e ogni volta il vincitore è lo stesso. Vince Pio. Pio Belli. Che comincia a lavorare, nell'edilizia, come muratore. E i suoi lavori sono artistici, davvero. Racconta che la mattina andava al lavoro molto presto per finire nel primo pomeriggio e dedicarsi poi allo sport. L'atletica leggera, la marcia, la maratona, il suo amore più grande. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nel 1960 respira l'emozione delle Olimpiadi di Roma, condividendo quell'esperienza con i nomi dell'atletica leggera mondiale. I 3000 metri piani erano la sua specialità anche se la misura che ha sempre prediletto è la corsa lunga, la marcia, la maratona. Un'avventura, quella del 1960, naturalmente indimenticabile. A memoria d'uomo, a Valmontone, chiunque abbia avuto anche una leggera passione per l'atletica leggera ha avuto in Pio la guida sicura e l'esempio inossidabile di uomo che non si arrende mai. Racconta ancora, la nostra leggenda vivente, di aver pensato più di una volta di lasciare, di fermarsi. Ma ogni volta qualcuno dei suoi ragazzi gli ha dato, con i risultati sportivi, lo stimolo per continuare. E oggi, con il riconoscimento di Stella d'argento del CONI per meriti sportivi, Presidente fondatore della Libertas Valmontone, un'associazione sportiva benemerita che aderisce alla "Special Olympics Italia" e che si occupa anche di preparare atleticamente ragazzi diversamente abili ottenendo 2 titoli italiani. 

Pio Belli è anche l'impareggiabile marito della signora Franca e papà di 4 ragazzi che hanno tutti un talento speciale: Luigi, David, Corrado e Simone. E tra loro Simone Belli è divenuto, anche lui negli anni, una vera celebrità, nel mondo della bellezza, con una vena creativa che tutti gli riconoscono svolge la sua attività di truccatore estetico e cinematografico: dal cinema al teatro; dalla televisione alla moda; dalla musica all’arte.

Vuoi la tua pubblicità qui?

E veniamo all'oggi. Pio è stato promotore di innumerevoli iniziative che hanno legato lo sport all'impegno sociale e Domenica 22 Dicembre è la volta della Camminata di Natale: il Centro Nazionale Sportivo Libertas con l'intervento della A.S.D. Circolo ricreativo Libertas Valmontone, l'A.S.D. Blue Stars Majorettes di Valmontone, l'ASDL Ginnico sportiva di Valmontone, la Banda musicale G.Puccini di Cave, la Banda musicale di Bellegra, gli Istituti paritari Giovanni Falcone di Collefero, ha organizzato appunto la Camminata di Natale. Ritrovo Domenica 22 Dicembre alle 9,30 alla Città dello Sport e partenza alle ore 10 verso il centro storico della città di Valmontone con sosta presso il Palazzo Doria Pamphili.

Buona camminata a tutti e Buon Natale a Pio Belli, ai valmontonesi e a tutti i partecipanti.

 

Dramma Labico, famiglia uccisa da monossido: parla il sindaco Danilo Giovannoli

Labico, famiglia trovata morta in casa: deceduta anche una bimba di pochi mesi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento