Pubblicato il

Rami e potature a terra, ecco perché Ama non li toglie

di Luca Laurenti
Un sequestro giudiziario impedisce all’Ama o al Servizio Giardini di rimuoverli, così che nel tempo si trasformano in cumuli maleodoranti
Rami e potature a terra a Roma
Vuoi la tua pubblicità qui?

Vi siete mai chiesti per quale motivo da un po’ di tempo a questa parte i rami degli alberi caduti vengono abbandonati su strade, marciapiedi, accanto alle fermate dei bus, ai cassonetti e su parcheggi?
Ebbene, sappiate che un sequestro giudiziario impedisce all’Ama o al Servizio Giardini di rimuoverli, così che nel tempo questi si trasformano in cumuli maleodoranti di rifiuti di ogni tipo e materiale in decomposizione.
Tutto nasce da un provvedimento del procuratore aggiunto Giovanni Conzo e dalla PM Clara De Cecilia atto a individuare eventuali responsabili di disastro colposo.

Incidenti e cadute di rami vanno verificati

Il provvedimento si è reso necessario per cercare di capire se gli incidenti da caduta rami che in alcuni casi si sono verificati ai danni del cittadini, siano provocati dalla cattiva manutenzione della vegetazione e dalle mancate potature.
Il problema sta nei tempi delle indagini che, ahimè, sono spesso biblici.
Così i rami giacciono per mesi, anni alla mercé delle intemperie diventando nella maggior parte dei casi un raccogliticcio di immondizia e perdendo quelle caratteristiche utili alle perizie della magistratura.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Area sottoposta a sequestro

E quel pezzo di carta che recita “area sottoposta a sequestro giudiziario” (nei rari casi in cui non sia stato cancellato dagli agenti atmosferici) piuttosto che un provvedimento a tutela dell’incolumità dei cittadini, ha invece l’aspetto di una autentica beffa a danno degli stessi.
Perché in alcuni casi, prendere semplicemente un autobus, parcheggiare o solo camminare diventa una “mission impossible” quando ci si trova a combattere con questi orrori abbandonati sul nostro cammino.
Chissà che la PM, vedendo queste immagini non cambi idea….

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?