Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Dicembre 2021

Pubblicato il

Cimiteri profanati

Roma, croci rubate e tombe saccheggiate nei cimiteri di Verano e Prima Porta per arricchirsi

di Redazione
Nel biennio 2012-2014 un 39enne ha saccheggiato il Verano e Prima Porta con lo scopo di arricchirsi. A distanza di anni è finito sotto processo

Nel biennio 2012-2014 un 39enne ha saccheggiato e profanato due cimiteri di Roma. Si tratta del Verano e di Prima Porta. Il fine di questo gesto era quello di rivendere le croci, i vasi e le statue di bronzo. Questi furti erano passati inosservati finché l’Ama non si è allarmata con le continue proteste dei parenti dei defunti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La somma intascata è alta: si tratta di 115.940 euro dopo la vendita dei cimeli a una ditta. Dopo diversi anni colui che ha commesso il furto è finito sotto processo, a differenza del titolare della ditta stessa che, comunque, era stato indagato con l’accusa di concorso in furto.

Il ladro ha commesso i vari atti entrando di notte nei cimiteri con un piede di porco e sottraendo, alle tombe, croci e oggetti di altro tipo. E’ stato constatato che l’uomo è riuscito a portare via, solo al Verano 24.258 chili di ottone e 1.808 di rame. 22.933 chili di rame e 1.729 di ottone per un totale di 24.662 chili sono invece i numeri legati ai furti a Prima Porta.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?