Vuoi la tua pubblicità qui?
22 Luglio 2021

Pubblicato il

Mattanza senza fine

Roma. Operaio muore in cantiere nautico a Ostia, colpito da un palo per ormeggio

di Redazione

Ancora una morte bianca, ancora un dramma consumato sul litorale romano. La strage non si ferma

morti lavoro palo ormeggi ostia cantiere nautico operaio morto
Operaio al lavoro

Un operaio è morto in un cantiere nautico di Ostia, la frazione litoranea del comune di Roma. L’uomo è stato colpito da un palo da ormeggi che si sarebbe staccato dalla benna di una ruspa che lo stava trasportando. I motivi e la dinamica dell’incidente sono ancora in corso di accertamento. Il fatto si è verificato alle 15 circa del 10 giugno 2021. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Ostia e il personale del 118.

Vuoi la tua pubblicità qui?

(Ago/ Dire) 

Cgil: Continua strage, intervenga politica

“Ancora un morto sul lavoro. La strage non si ferma. Poche ore fa un ulteriore dramma si è consumato ad Ostia, dove è morto un operaio in un cantiere nautico colpito da un palo di ormeggi”. Così in un comunicato la Cgil di Roma Centro Ovest Litoranea. “È ormai insostenibile registrare quotidianamente vittime sul lavoro. Non è colpa di un destino cinico e baro ma di una politica che ha tagliato risorse sulla sicurezza sul lavoro, che favorisce il ricorso a subappalti e che rende andare al lavoro un rischio concreto per la propria vita e la propria salute.

Il governo, le istituzioni locali non possono più sottrarsi dall’assunzione di responsabilità e devono con immediatezza adottare atti legislativi concreti per fermare la strage. Alla famiglia dell’operaio va tutta la vicinanza della Camera del Lavoro di Roma Centro Ovest Litoranea e di tutta la Cgil. La nostra organizzazione continuerà a battersi per garantire il diritto a un lavoro sicuro e dignitoso“. (Comunicati/Dire)

Cisl: ennesima tragedia del lavoro

“Ennesima tragedia del lavoro oggi a Ostia. Siamo sconcertati perché sta diventando una mattanza senza fine. Lo ribadiamo: servono più controlli e dobbiamo alzare il livello di attenzione di tutti sulla sicurezza perché la ripresa delle attività economiche non deve essere, nella maniera più assoluta, una escalation di morti sul lavoro. Esprimiamo il nostro dolore e la nostra vicinanza alla famiglia e ai colleghi di lavoro dell’operaio che ha perso la vita oggi pomeriggio in un cantiere nautico”. Così, in una nota, Carlo Costantini, segretario generale Cisl Roma Capitale Rieti. (Com/Red/ Dire) 

Vuoi la tua pubblicità qui?

La redazione de “Il Quotidiano del Lazio”, si stringe attorno al dolore dei familiari della vittima.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento