Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Gennaio 2023

Pubblicato il

Passo in avanti

Sanità. Nel Lazio fino a 46 anni accesso alla procreazione assistita

di Redazione
"Difendiamo l'intoccabile diritto alla maternità" (Assessore regionale alla sanità, D'Amato)
Una coppia di persone che si stringe la mano

“Difendere e tutelare l’intoccabile diritto delle donne alla maternità. La Regione Lazio lo ha fatto innalzando a 46 anni il limite d’età per l’accesso alla procreazione Medicalmente Assistita con donazione dei gameti femminili”.

Così in una nota Alessio D’Amato, assessore regionale alla Sanità e Integrazione sociosanitaria che aggiunge: “Portare da 43 a 46 anni la possibilità di accedere alla PMA per eterologa femminile è un atto di civiltà, di rispetto e di uguaglianza perché la Regione Lazio offre a tutte le donne l’accesso alle cure, senza ricorrere al privato o a viaggi fuori dal territorio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

E’ sempre con i fatti e non con le parole che si difendono i diritti. E la Regione questo lo sa. Nel collegato approvato qualche giorno fa il Lazio, infatti, adeguandosi agli indirizzi nazionali e anche alle nuove indicazioni in materia dei Lea, ha di fatto compiuto un importante passo in avanti nella battaglia che tante donne conducono perché venga rispettato e riconosciuto il loro legittimo desiderio di avere un figlio”.  

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo