Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Dicembre 2021

Pubblicato il

Provincia di Latina

Sezze, spari e botte a un 30enne: in manette padre e due figli di Priverno

di Redazione
In manette un uomo di 78 anni, i figli di 30 e 21 anni. Accusati di tentato omicidio, porto e detenzione di arma comune da sparo e lesioni personali gravi
sezze spari e botte
Sezze (Lt)

A Sezze, in Provincia di Latina, ieri un uomo insieme ai due figli ha tentato di uccidere a colpi di pistola un 30enne residente a Roccagorga (Lt). Spari e botte a Sezze per motivi apparentemente di natura sentimentale.

I tre a bordo di un’auto, intorno alle 9.15, hanno incrociato la vittima, anch’essa al volante, in via Ceriara a Sezze. Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri del Comando provinciale di Latina, alla vista del 30enne hanno fatto fuoco due volte. I proiettili dopo aver oltrepassato il parabrezza anteriore, hanno colpito il cruscotto lato guidatore.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Accecati da una furia spietata sparano più volte contro il 30enne

Non contenti i tre hanno speronato più volte l’auto del 30enne. A quel punto, in preda al panico, il ragazzo ha abbandonato la macchina per tentare la fuga a piedi attraverso i campi. Ma la furia del trio è continuata e altri 4 colpi d’arma da fuoco hanno tentato di raggiungere il giovane mentre scappava.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Inseguito, raggiunto, picchiato e abbandonato

Non solo diversi spari micidiali nel comune di Sezze, ma anche botte senza pietà contro il ragazzo di Roccagorga. Dopo averlo mancato, i balordi, infatti, lo hanno inseguito a piedi e una volta raggiunto si sono accaniti contro di lui. Padre e figli lo hanno picchiato con un corpo contundente per poi lasciarlo andare.

Il 30enne soccorso dal 118 è stato portato all’ospedale di Terracina dove i medici gli hanno riscontrato una frattura alle gambe e una ferita al volto. Il ragazzo è stato dimesso con 30 giorni di prognosi. 

Tentato omicidio per i 3 arrestati di Priverno

Immediate le indagini dei Carabinieri che dopo poco sono riusciti a risalire all’identità dei tre. Per loro, un uomo di 78 anni, un 30enne e un 21enne, tutti di Priverno (Lt), sono scattate le manette con le accuse di tentato omicidio, porto e detenzione di arma comune da sparo e lesioni personali gravi.

Al termine delle formalità di rito due degli arrestati sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Velletri mentre il terzo, il padre, è stato posto agli arresti domiciliari. (Ago/ Dire) 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?