Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Luglio 2020

Pubblicato il

Vertenza precari della Provincia di Viterbo

Dalla prossima settimana i lavoratori torneranno in servizio

Torneranno in servizio la prossima settimana presso la Provincia di Viterbo i lavoratori precari il cui contratto è scaduto lo scorso 31 dicembre 2012. I rapporti di lavoro, infatti, verranno prorogati per qualche altro mese: lo ha annunciato questa mattina il presidente dell’amministrazione provinciale, Marcello Meroi, ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali, presenti a Palazzo Gentili insieme ai componenti della giunta e ai consiglieri di maggioranza e di opposizione.

“Come avevamo già stabilito alla fine del mese scorso, dalla prossima settimana i precari rientreranno in servizio – spiega il presidente –, non appena ultimati gli atti amministrativi per il rinnovo dei contratti scaduti. Insieme ai sindacati abbiamo inoltre verificato la possibilità di aggiornare la graduatoria stilata dall’Università di Tor Vergata, inserendo al suo interno quei lavoratori che non erano in precedenza stati valutati perché inquadrati con contratti diversi da quelli di somministrazione. Nelle more della definizione di questa procedura, oggi possiamo provvedere alle proroghe, riservandoci poi di utilizzare la graduatoria aggiornata per un successivo passaggio, aperto anche all’esterno, che sia utile a trovare una definitiva soluzione alla vertenza precari”.

“Da domani lavoreremo per questo obiettivo – conclude Meroi -, sfidando il tempo e con la speranza che un appiglio normativo del Governo e il contestuale sblocco dei fondi FSE da parte della Regione Lazio ci permettano di superare i limiti imposti dal contenimento della spesa del personale precario. Il nostro scopo è tutelare tutti i lavoratori e sono molto soddisfatto del clima di condivisione che si è creato. Stiamo affrontando un percorso serio e responsabile e mi fa piacere che questo ci sia stato riconosciuto dai sindacati in maniera unanime”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi