Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Luglio 2021

Pubblicato il

La precisazione

Aggressione Castel San Pietro Romano, il sindaco Nardi: “L’uomo è stato denunciato ma non allarmiamo la comunità”

di Redazione

"La comunità di Castel San Pietro Romano non è in balìa di nessuno. Sarebbe un errore minimizzare ma è peggio allarmare senza ragione”

Castel San Pietro Romano
Veduta dall'alto del centro storico di Castel San Pietro Romano

In merito alla notizia pubblicata dal nostro giornale riguardo all’aggressione di una donna residente a Castel San Pietro Romano, abbiamo parlato con il sindaco Gianpaolo Nardi.

“Purtroppo sabato è avvenuto un fatto grave. Una signora del posto è stata molestata sulla strada provinciale Palestrina-Capranica, ma questo non vuol dire che Castel San Pietro sia in balìa di un maniaco sessuale. Alla donna aggredita va tutta la nostra comprensione e solidarietà, la mia, quella dell’amministrazione e di tutta la comunità. Come pure è forte la nostra condanna verso l’aggressore che è stato denunciato e verso il quale è stato avviato l’iter stabilito dalla legge.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ma naturalmente è inverosimile l’idea che Castel San Pietro e la strada provinciale Palestrina-Capranica siano preda di un maniaco sessuale. E’ una notizia che crea allarme e non è giusto perché non è la realtà. Noi la comunità la vogliamo proteggere. Vogliamo che venga punito il responsabile dell’aggressione, nella maniera più ferma possibile, però non vogliamo allarmare i cittadini senza motivo. La nostra comunità non è in balìa di nessuno. I carabinieri della stazione di Palestrina, a cui è stata depositata la denuncia e con i quali mi sono subito confrontato stanno facendo tutto quello che è nello loro possibilità. Sarebbe un errore minimizzare ma lo è ancora di più allarmare senza ragione”.

*Foto dal profilo Facebook di Gianpaolo Nardi

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento