Baccalà in umido e i consigli settimanali di Donna Assunta

Non c'è niente di più antipatico del latte che trabocca al mattino nel fornello preparando la colazione. Fate così: lavate il fornello immediatamente con l'aceto, accendete poi il fuoco e gettate un pizzico di zucchero sulla fiamma. Ogni traccia di bruciato si cancellerà. Capita che dovete foderare un cassetto con carta adesiva ma si formano delle bollicine? Riuscirete a metterla alla perfezione se la lascerete per qualche ora in frigorifero. E a tavola?

Baccalà in umido 

Ingredienti: un kg di baccalà già ammollato, 400 gr. di cipolline fresche, una carota, una costa di sedano, 300 gr. di passata di pomodoro, farina, un mazzetto di prezzemolo, uno spicchio d'aglio, peperoncino (facoltativo), olio extravergine d'oliva , brodo vegetale, sale e pepe.

Spellate il baccalà, diliscatelo, lavatelo e tagliatelo a pezzi. Infarinatelo e friggetelo in olio abbondante caldissimo, facendolo dorare in tutte e due le parti. Tritate finemente la carota, il sedano e le cipolline. Aggiungete la passata di pomodoro, il peperoncino, salate e pepate. Unite un bicchiere di brodo e lasciate cuocere a fiamma bassa per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto. Aggiungete il baccalà asciugato con la carta assorbente, il prezzemolo tritato insieme all'aglio. Continuate la cottura per un'altra ventina di minuti e se necessario bagnate con altro brodo. Visto? Veloce, veloce!