Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Ottobre 2020

Pubblicato il

Cassino firma la convenzione con la banda

di Redazione

A dichiararlo è il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone

“Dopo aver riconosciuto lo scorso anno la banda ‘Don Bosco’ come banda musicale ufficiale della città di Cassino, quest’anno abbiamo voluto riservare alla stessa un ulteriore riconoscimento attraverso la firma di una convenzione con il Comune.” A dichiararlo è il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che ha sottolineato l’importanza di portare avanti un progetto importante per la città.

“Sin dallo scorso anno – ha sottolineato il sindaco – con il Maestro Bruni e con i componenti della banda musicale è nato un rapporto intenso e molto proficuo che si sta consolidando nel tempo con ottimi risultati come testimoniano la serie di concerti che si sono svolti nel corso di questo anno. Proprio per questo abbiamo voluto firmare una convenzione che va a garantire alla banda musicale la certezza di un contributo (4 mila euro) da parte del Comune ed al Comune la possibilità di avere la banda a disposizione per 4 date in cui realizzare degli eventi all’interno della città, ampliando sempre di più l’offerta culturale di Cassino. Nella cultura popolare italiana ed europea la musica si rivela una delle componenti costanti ed essenziali di contributo di tante comunità umane. Il mantenersi di una tale valida tradizione sino ad oggi è dovuto, in gran parte, proprio alla presenza a livello locale delle bande che svolgono una vasta e capillare opera di educazione musicale, raggiungendo in modo immediato e diretto il pubblico. La Banda Musicale, e quella di Cassino ne è un esempio, non vive per un impegno unicamente individuale o per il bene di pochi, ma ha un ruolo sociale ben preciso così come dimostrato in maniera esemplare in questi anni dal Maestro Bruni e dall’associazione Don Bosco; un lavoro lodevole che deve essere portato avanti e per il quale la certezza di un contributo rappresenta la base per ambire a risultati sempre maggiori”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Anche l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, ha ribadito il lavoro svolto dalla banda cittadina“. La banda comunale – ha evidenziato Grossi – è ormai diventato un vero e proprio vanto per Cassino e rappresenta, senza ombra di dubbio, una delle eccellenze culturali della città. Questo è stato possibile grazie al percorso che questa Amministrazione Comunale ha voluto intraprendere lo scorso anno, riconoscendo il lavoro svolto con passione e professionalità da parte del Maestro Bruni. Proprio per questo ci è sembrato giusto sostenere questo progetto con l’intenzione di continuare a portare avanti un percorso condiviso, anche attraverso un contributo che non è sporadico bensì rientra in una convenzione strutturale e pluriennale, che porti la banda ‘Città di Cassino’ ad essere una delle migliori banda musicali di tutto il centro Italia. Un obiettivo di certo ambizioso, ma che, data anche la giovane età di molti dei componenti della banda, siamo certi si possa riuscire a raggiungere. Per quanti ancora non hanno avuto modo di sentire dal vivo la banda musicale, colgo l’occasione per invitarli alla prossimo appuntamento in cui si esibirà in occasione della manifestazione di domenica, dal titolo ‘da San Benedetto a San Francesco: sulle orme dei grandi Santi’ che si terrà presso la caserma militare di Cassino”. Il maestro Marcello Bruni ha sottolineato l’importanza della convenzione sottoscritta con il comune di Cassino.

“Siamo felici – ha sottolineato Bruni – che il comune abbia voluto riconoscere questo ulteriore riconoscimento alla nostra banda musicale. Il nostro è un progetto culturale nato circa 5 anni fa e che coinvolge circa sessanta ragazzi e l’amministrazione comunale con la firma di questa convenzione ha dimostrato grande attenzione, dando un segnale positivo ed importante di fiducia nei confronti di questo percorso che abbiamo intrapreso insieme lo scorso anno”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento