Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Novembre 2020

Pubblicato il

Bollettino Covid-19

Contagi coronavirus Lazio: 43 nuovi casi, un decesso. Otto positivi nelle Province

di Redazione

"Prenderanno il via dal 20 agosto i test sierologici per le scuole per i docenti e il personale scolastico del Lazio"

Bollettino contagi nel Lazio
Coronavirus

Ecco il bollettino dei contagi da coronavirus nel Lazio di martedì 18 agosto 2020:

“Oggi si registrano 43 casi e un decesso. Di questi più della metà sono casi di importazione. Dodici i casi di rientro dalla Sardegna e di questi sei con link a festa a Porto Rotondo.

I casi di importazione o che riguardano giovani di rientro da vacanze provengono: otto i casi di rientro da Grecia (un caso da Creta e tre da Corfù), sette i casi da Croazia, cinque i casi da Spagna, un caso dalla Francia e un caso di rientro da Malta“. Lo fa sapere l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.

Test sierologici su viaggiatori e personale scuola

“Tra ieri e oggi abbiamo effettuato oltre 5 mila test sui viaggiatori di rientro dai paesi a rischio. Il sistema dei controlli negli aeroporti sta funzionando e questo ci permette di intercettare precocemente i casi asintomatici che altrimenti avrebbero viaggiato per l’Italia”, continua D’Amato.

“Prenderanno il via dal 20 agosto i test sierologici per le scuole per i docenti e il personale scolastico del Lazio. Nella Asl Roma 2 sono già 334 le prenotazioni per i test nella giornata del 20 agosto e 1.706 le prenotazioni totali dei docenti. Bollettino contagi coronavirus nel Lazio, focus sulle Asl della Capitale

Vuoi la tua pubblicità qui?

Aziende Sanitarie Locali di Roma

Nella Asl Roma 1 sono ventidue i casi nelle ultime 24h e tra questi dieci di rientro dalla Sardegna e di questi sei con link ad una festa a Porto Rotondo, altri dieci casi sono di rientro da vacanze, cinque dalla Croazia, quattro dalla Grecia (due da Corfù) e uno da Spagna. Al momento non ci sono nuovi casi positivi per quanto riguarda il cluster della casa di cura delle Ancelle Francescane del Buon Pastore.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nella Asl Roma 2 sono sei i casi nelle ultime 24h e tra questi tre sono casi di rientro due dalla Grecia e uno dalla Spagna. Due i casi che hanno un link con un caso noto e isolato.

Nella Asl Roma 3 sono due i casi nelle ultime 24h e tra questi un caso di un ragazzo di rientro dall’Emilia-Romagna e’ in corso l’indagine epidemiologica. Un caso di un uomo contatto di un caso di rientro dalla Croazia.

Nella Asl Roma 5 un caso nelle ultime 24h e si tratta di un uomo di rientro da un viaggio in Sardegna, avviata l’indagine epidemiologica.

Nella Asl Roma 6 sono quattro i casi nelle ultime 24h e tra questi un caso di un ragazzo di 19 anni di rientro da un viaggio per studenti a Corfù (Grecia) organizzato dall’associazione Scuolazoo. Un caso di una donna di 28 anni di rientro da un viaggio in spagna e un caso di una donna di 31 anni”.

Province

“Nelle province si registrano otto casi e zero decessi nelle ultime 24h – continua D’Amato – Nella Asl di Frosinone si registrano tre casi e si tratta di una donna di 37 anni di rientro dalla Francia ora ricoverata in ospedale. Un caso di un uomo di 31 anni di rientro da Malta e un caso di un uomo di rientro da un viaggio a Creta (Grecia).

Nella Asl di Latina sono tre i casi e tra questi un caso di un uomo di rientro dalla Spagna, avviato il contact tracing internazionale. Nella Asl di Viterbo sono due i casi e si tratta di un caso di rientro da un viaggio in Croazia e un caso individuato al drive-in e di rientro dalla Sardegna, avviato il contact tracing”.

Test in aeroporti Fiumicino e Ciampino

“Oggi registriamo 27 casi positivi ai test rapidi negli scali aeroportuali di Fiumicino e Ciampino e questo ci dimostra l’importanza di effettuare questi test. Sono tutti giovani e asintomatici che altrimenti non si sarebbero scovati e avrebbero girato per l’Italia.

Presso gli scali di Fiumicino e Ciampino transita circa il 60% del flusso nazionale e dunque è un lavoro importante che stiamo facendo non solo per Roma, ma per il resto del Paese. Una volta tanto possiamo dire con orgoglio che Roma batte Milano ed è stata più efficiente per i test in aeroporto”.

Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato intervistato da Radio24.

(Mel/ Dire) 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento