07 Agosto 2020

Pubblicato il

Covid-19 a Rocca di Papa

Coronavirus, cordone sanitario a Rocca di Papa: 86 contagiati e 4 morti

di Eleonora Cantini

Istituito un cordone sanitario intorno al San Raffaele (Rocca di Papa): contagi fra pazienti e operatori

Camper asl coronavirus

Il Comune di Rocca di Papa è uno dei più colpiti dall’emergenza coronavirus nel Lazio: registra 86 contagiati fra i degenti e gli operatori del San Raffaele e 4 decessi.

Per limitare la diffusione della pandemia, l’Unità di Crisi Covid-19 ha deciso di emanare ulteriori restrizioni. Nella giornata di ieri è stato infatti istituito un cordone sanitario intorno alla casa di cura San Raffaele.

Con l’accordo del Prefetto e del vicesindaco, l’ordinanza prevede quindi l’istituzione di un cordone sanitario intorno alla struttura fino al 28 aprile.

Saranno 3 gli accessi all’area: il primo in direzione Rocca di Papa, il secondo in direzione Velletri e il terzo in direzione Roma.

Controlli sanitari ai lavoratori

Per tutto il personale del San Raffaele, anche quello ausiliario, è previsto il tampone.

L’accesso all’area è consentito solo ai fornitori e agli operatori che ci lavorano. Chiunque acceda all’area deve comunque sottoporsi giornalmente a controlli medici tramite termoscanner e saturimetro.

Una temperatura corporea superiore ai 37.5° fa scattare l’allarme e il lavoratore è costretto a tornare a casa.

Per il personale del San Raffaele che non può rimanere all’interno della struttura o in isolamento a casa, è previsto un alloggio in alberghi del comune di Rocca di Papa.

Asl Roma 6

Visto l’alto numero di contagiati, l’ordinanza affida alla Asl Roma 6 il compito di valutare “ogni iniziativa utile a destinare l’intera struttura o parti di essa all’assistenza di pazienti COVID-19 positivi”.

Lo scopo è infatti ridurre gli spostamenti dei pazienti in condizioni di fragilità, affida alla Asl Roma 6 I pazienti che comunque necessitano di trasferimento in strutture ospedaliere, sono portati a cura dell’Ares 118.

La Asl Roma 6 può infine avvalersi della consulenza del SERESMI (Servizio regionale sorveglianza malattie infettive – Spallanzani).

Le dichiarazioni della Vicesindaco Cimino

In merito ai nuovi contagi nella clinica San Raffaele, la vicesindaca di Rocca di Papa, Veronica Cimino, ha duramente attaccato la struttura accusandola di non aver collaborato con il Comune e l’amministrazione sanitaria.

Nei giorni scorsi infatti il Comune aveva già chiesto l’istituzione di una zona rossa all’interno della struttura sanitaria per evitare che il contagio si diffondesse ulteriormente.

 

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi