Vuoi la tua pubblicità qui?
12 Maggio 2021

Pubblicato il

Diritti umani, concorso scolastico: Lariano porta a casa il primo premio

di Redazione

Concorso nazionale, lanciato dalla associazione culturale/ONG PRO.DO.C.S., in collaborazione con UNICRI

Si è tenuto nella giornata di ieri presso la Sala SIOI in Piazza San Marco a Roma, la Cerimonia di Premiazione delle classi vincitrici del concorso nazionale, lanciato dalla associazione culturale/ONG PRO.DO.C.S., in collaborazione con UNICRI sul tema “La Dichiarazione universale dei diritti umani compie 70 anni. Aggiorna, aggiungi, dichiara”. Il concorso, che si è rivolto agli alunni e alunne delle scuole italiane ha rappresentato un momento di riflessione sui progressi fatti e su quanto ancora rimane da fare per il rispetto dei diritti umani.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le informazioni riportate da ONUITALIA

70 anni fa a Parigi, l’Assemblea Generale dell’ONU proclamava la Dichiarazione: una pietra miliare che riconosce a livello mondiale la dignità, l’uguaglianza e i diritti inalienabili di ogni singolo cittadino di questo mondo. I 30 articoli della Dichiarazione tracciano il cammino verso la libertà, la giustizia, la coesione sociale e la pace mondiale. Oggi più che mai, questa Dichiarazione deve essere conosciuta, divulgata e applicata come strumento principe per fermare le violazioni e la barbarie che ancora appartengono al presente del nostro pianeta.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Eleanor Roosevelt, tra le principali promotrici della Dichiarazione disse: “Ma in fondo da dove partono i diritti umani? Nei piccoli luoghi, vicino a casa, così vicini e così piccoli che non possono apparire nelle mappe del mondo. Eppure, questi luoghi sono il mondo di ogni singola persona, il quartiere in cui vive, la scuola, la fabbrica e l’ufficio. Questi sono i luoghi nei quali ogni uomo, donna e bambino cerca equità, giustizia, uguali opportunità, il rispetto della propria dignità senza discriminazione. Se i diritti non hanno un significato in questi luoghi essi non hanno alcun significato da nessuna parte. Senza un’azione concertata dei cittadini per difendere i diritti vicino a casa, cercheremo invano il progresso nel mondo”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Celebrare la Dichiarazione attraverso gli educatori e i docenti significa interrogarsi su come promuovere e difendere i diritti nel quotidiano delle persone. Su come trasmettere ai bambini/e e ai giovani delle scuole italiane un patrimonio imprescindibile di valori conquistati nel tempo. L’iniziativa ha raggiunto risultati insperati, grazie all’adesione delle scuole, che hanno raccolto con entusiasmo l’invito a partecipare.

Sono state 99 le scuole partecipanti, provenienti da 15 regioni italiane diverse per un totale di 181 classi e 3132 studenti coinvolti. Sono stati presentati 44 elaborati grafici, 29 prodotti audio-video, 18 elaborati teorici e 7 ideazioni ludiche. Il premio consiste nella copertura dei costi di partecipazione a un evento culturale nella regione di appartenenza delle classi vincitrici.

Lariano tra le classi vincitrici

Il 1° Premio della scuola secondaria di I° grado è stato vinto dall’istituto comprensivo di Lariano con la classe II F del plesso Achille Campanile. La Docente guida è stata Sabrina Verri, “Un sentito ringraziamento a tutti i relatori, a UNICRI e ai numerosi partner, alle scuole e agli alunni coinvolti! Un augurio speciale va ai nostri ragazzi e alle ragazze della 2 F che mettono passione e dedizione in ogni compito che intraprendono. Un sentito ringraziamento alle famiglie che ogni volta ci supportano e, soprattutto, un grande ringraziamento va alla nostra dirigente scolastica che immediatamente ci ha dato fiducia ed oggi  con molto affetto e pazienza ci ha accompagnati a Roma. Ora non resta che scegliere il viaggio regalo  nella nostra regione e di nuovo ci tufferemo in altre straordinarie avventure!”

LEGGI ANCHE:

Spiagge ‘regalate’ ai privati. La denuncia WWF: andrà ancora peggio

Saldi invernali. Nel Lazio inizieranno il 5 gennaio 2019

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento