Emergenza siccità

Emergenza siccità: Zingaretti chiede stato di calamità. Patuanelli, “oggi incontro ministeri coinvolti”

Allarme emergenza idrica su tutti i territori della regione Lazio. Una situazione che sta destando non poca preoccupazione e per la quale servirà adottare una serie di misure di contenimento.

Emergenza siccità

A renderlo noto, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Con ogni probabilità si potrebbe procedere con la proclamazione dello stato di calamità naturale. Un provvedimento finalizzato ad adottare le prime misure necessarie per arginare le difficoltà.

Le parole del Presidente Nicola Zingaretti

“Dobbiamo prepararci a una situazione che sarà molto critica e dovrà basarsi sul risparmio idrico, a cominciare dai consumi familiari e sulla ricerca di forme di approvvigionamento e di presenza vicino alle amministrazioni comunali”.  “L’emergenza climatica” ha continuato il Presidente “non è un problema del futuro, ma del presente. Vediamo cosa sta succedendo in tutta Italia e dobbiamo muoverci anche noi.”

Si va verso la decisione del razionamento dei consumi

Non sarebbe da escludere la possibilità che nella Regione Lazio possa essere applicato il razionamento dell’acqua, partendo da una iniziale diminuzione che potrebbe avvertirsi maggiormente nei piani alti degli stabili.

L’incontro previsto nella giornata di oggi

Una problematica che sta procurando più di qualche grattacapo anche al settore dell’agricoltura.
La situazione è delicata” ha dichiarato il Ministro delle Poltiche agricole Stefano Patuanelli, il quale ha preannunciato “un importante incontro a livello di gabinetti di tutti i ministeri coinvolti: Mipaaf, Mite, Mef, Affari Regionali2″.

L’incontro è previsto per la giornata di oggi. Si attendono sviluppi.