Vuoi la tua pubblicità qui?
12 Maggio 2021

Pubblicato il

Gravissimo incidente in A1: la vittima è Silvestro Marigliano

di Redazione

Il 41enne di Martina Franca è deceduto sul colpo nella spaventosa carambola avvenuta tra sabato e domenica tra Frosinone e Ceprano

Si chiama Silvestro Marigliano l'uomo deceduto nel terribile incidente verificatosi nella notte tra sabato e domenica sull'A1 tra i caselli di Frosinone e Ceprano.Il 41enne nato nel 1974 e residente a Martina Franca, ha perso la vita nella spaventosa carambola avvenuta all'altezza del km 631, nel tratto compreso nel territorio di Pofi in direzione Napoli, nella quale sono rimaste ferite ben 13 persone.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Purtroppo, una di queste verserebbe in gravissime condizioni all'ospedale Spaziani di Frosinone. Si tratta  un ragazzo di Varese, che viaggiava insieme al fratello su una Fiat Doblò, una delle tante vetture protagoniste loro malgrado del pauroso scontro. Marigliano, invece, era a bordo di una Lancia Musa, ridotta a un mucchio di lamiere. L'uomo è deceduto sul colpo, inutile purtroppo si è rivelato l'intervento dei sanitari del 118, giunti sul posto insieme ai Vigili del Fuoco e agli agenti della Polzia Stradale, che sono al lavoro per stabilire e cause del drammatico sinistro. Al momento la pista PIù verosimile sembra essere quella della fitta nebbia presente sull'A1 al momento dell'incidente, ovvero intorno alle 2 di notte.

A riprova della gravità dell'incidente vi è il fatto che sono rimasti coinvolti anche un tir, tre bus e diverse auto. Il bilancio è di almeno 13 feriti: eccetto il ragazzo di Varese, tutti sono stati trasportati negli ospedali della zona ma per fortuna pare che nessuno sarebbe in pericolo di vita. Dopo i tragici fatti, il tratto interessato dal sinistro è rimasto chiuso circa fino alle 5 di domenica mattina.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento