Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Settembre 2020

Pubblicato il

Il cinema d’autore torna in città

di Redazione

“Parte domani con la proiezione del film Pina di Wim Wenders la nuova stagione dell’ormai classica rassegna cinematografica cassinate patrocinata dal Comune di Cassino"

Con queste parole l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, ha presentato la nuova stagione cinematografica organizzata dal circolo ‘Fuorifuoco’ che a partire da domani vedrà, da febbraio a maggio, la proiezione di film d’autore ogni mercoledì del mese alle ore 21 all’interno della biblioteca comunale Pietro Malatesta. “Dopo aver riportato il cinema a Cassino – ha continuato Grossi – all’interno del Teatro Manzoni, come promesso domani ci apprestiamo ad inaugurare questa nuova stagione di cinema d’autore curato dal circolo ‘Fuorifuoco’. Una proposta che offre alla nostra città un taglio culturale diverso e di alto profilo, a dimostrazione della grande attenzione che l’amministrazione comunale ha nei riguardi della cultura. Un’iniziativa che si inserisce all’interno del progetto ‘Bibliosera’, il cui obiettivo è quello di rendere la biblioteca comunale un altro punto di riferimento cittadino, oltre al teatro, per quanto concerne la cultura. Siamo, quindi, orgogliosi di presentare questa nuova stagione della rassegna cinematografica d’autore che grazie anche ad una direzione artistica di altissimo profilo ripeterà, senza ombra di dubbio, i successi fatti registrare negli anni passati e vedrò una grande partecipazione da parte degli appassionati di cinema d’auore”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Soddisfazione espressa anche dal presidente del Circolo Fuorifuoco di Cassino, Elena D’Ambrosio che ha dichiarato: “Ringraziamo l’amministrazione comunale che anche quest’anno ha dimostrato grande sensibilità verso un’iniziativa che vuole offrire al pubblico di Cassino una proposta cinematografica diversa da quelle solite. Sono ormai diversi anni che il nostro circolo porta avanti questo progetto e per noi è motivo di orgoglio essere riusciti a riorganizzare la rassegna che quest’anno assume un valore maggiore alla luce della chiusura del cinema a Cassino. Inoltre, siamo particolarmente contenti, perché abbiamo ricevuto tantissime richieste e sollecitazioni per ripetere questa esperienza a dimostrazione che si tratta di un evento sentito in città nonostante abbia un taglio molto particolare. Sicuramente, da parte nostra, c’è stato un vero e proprio lavoro di cultura cinematografica che ha portato alla definizione di un programma molto più completo e che è riuscito a coinvolgere un pubblico sempre più vasto, a partire, cosa che ci tengo a sottolineare, dalle nuove generazioni”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento