Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2020

Pubblicato il

Il Frosinone sbanca il Franchi, Fiorentina battuta 0-1

di Nicola Compagnone

Impresa storica dei ciociari, Fiorentina battuta 1-0 e lotta salvezza che potrebbe essere clamorosamente riaperta

Proprio quando tutto sembra ormai disegnato il Frosinone esce fuori dagli schemi e fa la voce grossa. Vittoria storica quella dei ciociari che si impongono per 1-0 sul campo della Fiorentina, riaccendendo un piccolo lumino di speranza in ottica salvezza. Daniel Ciofani regala alla sua squadra 3 punti fondamentali e una delle vittorie più prestigiose, se non la più prestigiosa, della storia intera del Frosinone Calcio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Che la partita si potesse incanalare sui binari giusti lo si era capito fin da subito quando Salamon, con un colpo di testa, impegna Lafont in una parata non di facile amministrazione. Un primo tempo che vede il Frosinone sornione contenere gli attacchi della Fiorentina, attacchi che però non sortiscono l’effetto desiderato. L’occasione per il Frosinone arriva nella ripresa con Goldaniga, il quale con un colpo di testa sfiora il palo della porta difesa da Lafont che era rimasto immobile. E’ solo il preludio a quella che sarà poi la gioia più grande di giornata: è il minuto 83 quando Ciofani riceve palla da Pinamonti, lo stop non è dei migliori ma il tiro lascia tutti a bocca aperta. Un diagonale rasoterra che passa tra le gambe di un difensore e si deposita in rete alle spalle di Lafont che nulla può; un gol da attaccante, un gol alla Ciofani. Passa il tempo, poco ne manca alla fine della gara, i tifosi giallazzurri presenti allo stadio iniziano a realizzare le concrete possibilità di vittoria. Concrete possibilità che diventano poco dopo una dolce realtà, il Frosinone batte 1-0 la Fiorentina portando in ciociaria 3 punti punti storici che riaprono parzialmente la lotta salvezza.

Queste le parole di mister Baroni a fine gara, rilasciate sul sito ufficiale del Frosinone Calcio:

La partita l’aveva pensata così oppure ad un certo punto si è accorto che la Fiorentina poteva essere battuta in quel modo?

“Nel primo tempo sapevo che ci avrebbero portato aggressività. E noi abbiamo cercato di uscire dalla prima linea di pressione, forse abbiamo buttato anche qualche pallone che poteva essere gestito meglio. Per fare risultato dovevamo giocare in quel modo, è necessario essere pericolosi per tutta la gara. Nel secondo tempo poi ho chiesto di giocare di più la palla, di uscire dalla prima linea di pressione. Lo abbiamo fatto molto di più e meglio, siamo diventati ancora più pericolosi. Il gol è stato un premio, la squadra ha fatto una partita di grande vigore ed attenzione”.

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Laurini, Pezzella, Milenkovic, Biraghi; Benassi (13’ st Dabo), Veretout, Gerson (13’ st Simone); Chiesa, Mirrallas, Muriel (34’ st Vlahovic).

A disposizione: Terracciano, Brancolini, Ceccherini, Norgaard, Hancko, Mongtiel, Graiciar, Hugo.

Allenatore: Pioli.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Paganini, Chibsah, Sammarco (1’ st Maiello), Valzania (34’ st Zampano), Beghetto, Trotta (22’m st Ciofani), Pinamonti.

A disposizione: Bardi, Ghiglione, Molinaro, Simic, Dionisi, Brighenti, Cassata, Krajnc.

Allenatore: Baroni.

Arbitro: sig. Daniele Chiffi della sezione di Padova; assistenti sigg. Ciro Carbone della sezione Napoli e Luigi Rossi della sezione di Rovigo; IV Uomo sig. Alessandro Prontera di Bologna;  VAR sig. Luigi Nasca di Bari; Assistente VAR sig. Gianmattia Tasso di La Spezia.

Marcatore: 39’ st Ciofani.

Note: spettatori: 26.958 per un incasso totale di euro 320.482; spettatori paganti 5.739 per un incasso di euro 48.478; abbonati 21.219 per un incasso di euro 272.004; angoli: 9-7 per la Fiorentina; ammoniti: 39’ pt Beghetto, 14’ st Paganini, 26’ st Capuano, 45’ st Dabo e Goldaniga; recuperi: 2’ pt; 6’ st; 1’ di raccoglimento in memoria delle vittime del terremoto de L’Aquila di 10 anni fa.

Tabellino preso dal sito www.frosinonecalcio.com

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento