Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Novembre 2021

Pubblicato il

Consiglio regionale Lazio

Lazio, il Consiglio regionale approva una legge per gli anziani: cosa prevede

di Matteo Frascadore
Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato una nuova legge a favore degli anziani col fine di valorizzarne il ruolo sociale
Marco Vincenzi
Marco Vincenzi

Il Consiglio regionale del Lazio presieduto da Marco Vincenzi ha approvato all’unanimità una nuova legge per gli anziani. “Disposizioni a tutela della promozione e della valorizzazione dell’invecchiamento attivo” è la denominazione di questa legge che tenterà di valorizzare la figura dell’anziano nella società. Non a caso con invecchiamento attivo si intende il processo volto a ottimizzare e garantire le opportunità concernenti la salute, la sicurezza e la partecipazione alle attività sociali, sportive, culturali allo scopo di migliorare la qualità della vita.

Vincenzi: “Anziani un valore fondamentale per i giovani”

Una legge importante per valorizzare il ruolo degli anziani nella nostra società. La professionalità e le competenze della popolazione anziana rappresentano un valore fondamentale per le giovani generazioni. Una disposizione che guarda sempre di più a un’ottica intergenerazionale. Grazie alle consigliere e ai consiglieri di maggioranza e opposizione per il lavoro svolto” sono le parole di Marco Vincenzi in merito all’approvazione di questa legge. Tra i vari punti può esserci, per esempio, l’accompagnamento con mezzi di trasporto pubblici per l’accesso a prestazioni socio-assistenziali e socio-sanitarie.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Una legge contro l’esclusione e la solitudine

Un fine molto importante di questa legge è anche quella di contrastare delle situazioni che nelle società odierne sono sempre più diffuse. Infatti questa è volta a evitare discriminazioni nei confronti degli anziani ed esclusioni dalla società, oltre che fermare possibili situazioni di solitudine. Per questo fine, infatti, la Regione Lazio sostiene le politiche dell’abitare, ricorrendo a forme di cohousing, case protette e convivenze sociali, oltre che la diffusione di centri sociali e luoghi di incontro. Un esempio per integrare al meglio gli anziani possono essere l’affidamento di gestione gratuita di terreni comunali nei quali svolgere attività di giardinaggio, orticultura e in generale per curare l’ambiente naturale.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo