Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
26 Maggio 2020

Pubblicato il

Roma si rianima

Linda Meleo: l’intervista su Tangenziale, strade del litorale e illuminazione

Linda Meleo, l'intervista all'assessore per le infrastrutture del Comune di Roma

Linda Meleo
Linda Meleo

Linda Meleo, assessore alle infrastrutture di Roma ci parla di demolizione della Tangenziale Est, viabilità nelle strade verso il litorale e illuminazione stradale.

In piena Fase 2 e in attesa di nuovi provvedimenti le strade si stanno tornando ad animare. È il momento di fare il punto sui lavori in corso prima dell’emergenza virale e che devono essere portati a termine. Iniziamo dagli interventi completati nelle ultime settimane e quelli in programma, a partire dalla demolizione della Tangenziale Est.

“Durante l’emergenza sanitaria legata al coronavirus, abbiamo anticipato e intensificato le manutenzioni sulle infrastrutture della città. Abbiamo lavorato portando avanti numerosi cantieri e nella gran parte dei casi completandoli in anticipo. Gli interventi sul territorio non si sono mai fermati e anzi, siamo riusciti a realizzarne alcuni previsti nei prossimi mesi. Uno su tutti la riqualificazione completa della Galleria Giovanni XXIII, la prima grande manutenzione a 16 anni dalla sua apertura. Rimanendo in zona, abbiamo riqualificato in tempi record tutta la via Aurelia nel tratto di circa 8 km tra via di Acquafredda e piazza Irnerio. Un lavoro, anche questo, atteso dai cittadini da molto tempo e che ha portato un miglioramento sostanziale alla viabilità. Soprattutto più sicurezza per i cittadini, avendo eliminato il problema dei numerosi dossi creatisi nel tempo a causa delle radici degli alberi”.

Riqualificazione Piazzale Ovest


Un altro cantiere importante è quello per la demolizione di una parte della Tangenziale Est e la conseguente riqualificazione del Piazzale Ovest, davanti alla Stazione Tiburtina. Abbiamo completato le operazioni di abbattimento del tratto sopraelevato e in questi giorni abbiamo iniziato tutte le operazioni propedeutiche alla riqualificazione del Piazzale. Si tratta di un progetto che rivoluzionerà l’assetto urbanistico e la viabilità della Stazione, con nuovi ampi spazi dedicati ai pedoni e 43 nuove alberature.

“In questo periodo abbiamo dato anche il via al “Piano Sanpietrini”, un piano approvato lo scorso anno che mira a valorizzare al meglio la pietra simbolo della città. Abbiamo messo allo stesso tavolo di lavoro Professori universitari, Soprintendenza, Sovrintendenza e tanti altri soggetti. Gli interventi sono iniziati il mese scorso con il cantiere per la manutenzione di Piazza Venezia, Piazza Aracoeli, Piazza di San Marco e Piazza Madonna di Loreto. Luoghi dove i sanpietrini saranno trattati con tecniche che ne garantiranno maggiore stabilità nel tempo. Poco distante da questo intervento, abbiamo avviato anche la manutenzione straordinaria di via IV Novembre, Largo Magnanapoli e via Cesare Battisti. In via IV Novembre la pavimentazione in selciato sarà rimossa per essere ricollocata in aree pedonali e sostituita da una superficie in asfalto.

I sanpietrini saranno lasciati solo nella parte laterale della strada, in prossimità dei marciapiedi, a testimonianza e come richiamo storico della pietra simbolo di Roma. Entro l’anno interverremo anche su via Nazionale, dove sarà realizzata anche una bike lane e dove i sanpietrini saranno sostituiti da asfalto”.

Viabilità nelle zone del litorale



L’estate, il mare e via del Mare. Il Campidoglio sta lavorando sulla fruizione marina dell’estate dei romani con interventi sulla viabilità nelle zone del litorale?

“In attesa di sapere quali saranno le disposizioni finali del Comitato Tecnico Scientifico, che in queste ore sta dando indicazioni per la riapertura degli stabilimenti balneari in sicurezza, noi ci siamo portati avanti con il lavoro. Per facilitare gli spostamenti dei romani che in estate vorranno raggiungere il litorale. Con un lavoro coordinato, sfruttando al massimo il tempo a disposizione durante l’emergenza e il traffico limitato sulle strade della città, abbiamo riqualificato molto velocemente la via del Mare. Nel tratto di competenza di Roma Capitale, tra via di Malafede e Ostia Antica. Un intervento che ha previsto il rifacimento dell’asfalto, la pulizia della vegetazione ai bordi della carreggiata e l’apposizione della nuova segnaletica orizzontale e verticale.

Abbiamo avviato i lavori di riqualificazione anche di via Ostiense, nel tratto tra via di Malafede e via di Castel Fusano, un altro asse viario fondamentale per il quadrante sud della città. Contiamo di chiudere questo cantiere già nei prossimi giorni. In manutenzione ordinaria siamo intervenuti sull’altra direttrice di traffico del litorale: via Cristoforo Colombo, nei tratti delle complanari in zona Eur e in prossimità di Ostia. Nei prossimi mesi abbiamo in programma anche delle manutenzioni straordinarie sulla Colombo”.

Interventi di illuminazione


Una città illuminata è una città più sicura, al centro e in periferia. Assessora quali sono i lavori in corso nelle periferie e anche sull’illuminazione monumentale?

“Con gli interventi sull’illuminazione abbiamo migliorato la sicurezza nei quartieri della città, soprattutto nelle periferie. Nei mesi scorsi siamo intervenuti nel IV, V, VII Municipio dove in passato si erano verificati gravi episodi di cronaca nera. Pensiamo all’incendio di chiara matrice dolosa della Pecora Elettrica a Centocelle. Proprio lì davanti, al parco Don Cadmo Biavati, abbiamo riportato l’illuminazione ormai assente da anni e ripristinato le condizioni di sicurezza per chi frequenta quella zona.

Pensiamo al Parco degli Acquedotti, nel quadrante sud est di Roma, dove lo scorso anno fu ucciso un capo ultrà in pieno giorno. Sono tutti interventi, come al Parco delle Energie nel V Municipio, al Parco della Romanina nel VII, al parco Balsamo Crivelli e Baden Powell nel IV Municipio, volti al recupero delle periferie. L’obiettivo è di far vivere ai cittadini i parchi e le aree verdi in sicurezza anche durante le ore notturne. Non solo periferie, però, nel nostro programma di investimenti sul territorio.

Vogliamo valorizzare anche il nostro patrimonio artistico/culturale e per questo con Acea abbiamo studiato delle soluzioni per nuovi impianti di illuminazione. Recentemente abbiamo inaugurato dispositivi con la tecnologia a led presso la Basilica di Santa Maria Maggiore. Ne sono in programma dei nuovi come al Pantheon o Santa Maria in Trastevere. Il nostro obiettivo è coniugare aspetti legati alla qualità della luce e quelli legati al risparmio energetico”.

Assessora Meleo, dopo l’esperienza maturata nei Trasporti ha un progetto ambizioso che vorrebbe portare a termine in questa nuova delega alle Infrastrutture?

“Beh nell’anno rimasto. Sicuramente un obiettivo importante per la città è completare l’appalto del raddoppio di via Tiburtina, da Rebibbia a Marco Simone, ma anche avviare i lavori per collocare i sanpietrini di viale Aventino su via del Corso, uno degli interventi previsti dal nostro piano sanpietrini”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi