05 Marzo 2021

Pubblicato il

Ranucci, Report: “A Roma non c’è più posto per i morti. Bare accatastate”

di Redazione

Si sono accumulate 1.500 bare, alcune con i cadaveri in putrefazione: Report racconta che non si distinguono più i casi di Covid dai negativi

Report, salme accatastate Roma
Report, salme accatastate Roma

Sigfrido Ranucci, vicedirettore Rai 3, autore e conduttore di Report, anticipa al nostro giornale la prossima inchiesta sui cimiteri capitolini:

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Roma Capitale da anni sa di avere il problema dei forni crematori. Sono stati stanziati fondi apposta, ma non si è mossa una paglia. La cremazione nei cimiteri capitolini è una grana da affrontare e risolvere al più presto.

Il cimitero Laurentino, terzo camposanto comunale per grandezza, non è più in grado di accogliere nuove salme, non c’è più posto. Gli altri cimiteri sono già saturi. Le sepolture vengono eseguite con molta difficoltà. Ogni giorno vengono effettuate 90 cremazioni. Si sono accumulate 1.500 bare di legno, da mesi ferme, alcune con i cadaveri all’interno in putrefazione. Non si distinguono più i casi di Covid positivi dai negativi. L’aumento delle bare non è dovuto alle morti per Covid, ma ai ritardi delle cremazioni”.

Roma, circa 1500 bare accumulate da mesi in depositi improvvisati

ESCLUSIVA REPORT: ROMA, CIRCA 1500 BARE DI LEGNO ACCUMULATE DA MESI NEI DEPOSITI IMPROVVISATI E SENZA DISTINZIONI DAI MORTI COVID.Non sapendo dove metterle hanno occupato i depositi degli automezzi. In tilt le cremazioni.#Report lunedì 21.20 Rai3

Vuoi la tua pubblicità qui?
Pubblicato da Report su Giovedì 3 dicembre 2020

L’Ama gestisce i servizi cimiteriali (cremazione, tumulazione ed altro) negli 11 cimiteri della capitale. L’azienda prende 700 euro per ogni cremazione, e circa 400 euro per le operazioni di cremazione effettuate all’esterno, per esempio a Grosseto o nel circondario di altre regioni.

Le regioni però hanno difficoltà ad eseguire le cremazioni da salme provenienti da Roma, perché la burocrazia lenta dell’Ufficio comunale di Roma rischia di bloccare a sua volta i forni crematori, e quindi le rifiutano. Questo in sintesi è come si manifesta il problema dell’accumulo delle bare nei cimiteri capitolini”.

Vaccino anti-Covid, Spallanzani: “Chi ha avuto virus non deve vaccinarsi (salvo calo anticorpi)”

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento