Corsa al Campidoglio

Roberto Gualtieri annuncia la sua candidatura alle primarie per il sindaco di Roma

“Mi metto a disposizione di Roma, con umiltà e orgoglio. Partecipo alle primarie del 20 giugno. Costruiamo insieme il futuro della nostra città: io ci sono!”, scrive Roberto Gualtieri su twitter.

Nato a Roma nel 1966, storico e docente universitario, Gualtieri dal 7 giugno 2009 al 5 settembre 2019 è stato deputato europeo del Partito Democratico, presiedendo la Commissione per i problemi economici e monetari dal 2014 sino alla sua nomina a ministro.

Ha ricoperto la carica di Ministro dell’Economia e delle Finanze dal 5 settembre 2019 al 13 febbraio 2021. Il primo marzo 2020 è stato eletto deputato. A seguito delle dimissioni di Paolo Gentiloni dal ruolo di deputato, il 26 gennaio 2020 viene indicato quale candidato in corsa per l’elezione alla Camera dei deputati nelle elezioni suppletive, per il Collegio uninominale Lazio 1-01, sostenuto dalla coalizione di Centro-Sinistra, dove viene eletto l’1 marzo.

Le reazioni

Letta retwitta annuncio Gualtieri

Il segretario Pd Enrico Letta retwitta il post con cui Roberto Gualtieri annuncia la sua candidatura alle primarie per il sindaco di Roma, accompagnato dal commento: “Roberto!” e alcuni simboli di incoraggiamento.

Fassina: Grazie Gualtieri

“Grazie Gualtieri sarà una bella competizione per Roma. Insieme per Roma. Primarie 20 giugno. Io ci sono”. Così in tweet Stefano Fassina deputato LeU e consigliere di Sinistra x Roma.

Astorre-Casu: Gualtieri, candidatura autorevole

“Grazie alla disponibilità di Roberto Gualtieri il Partito democratico è in campo e offre una candidatura forte e autorevole al percorso delle primarie di coalizione per scegliere insieme alle romane e ai romani il prossimo sindaco di Roma e la squadra che guiderà il riscatto della Capitale”. Lo dichiarano il segretario del Pd Lazio, Bruno Astorre e quello del Pd Roma, Andrea Casu. (Tar/ Dire)