07 Marzo 2021

Pubblicato il

Roma, arrestato maniaco della Sapienza e Roma 3: aggrediva le studentesse

di Eleonora Cantini

Fingendosi un famoso chef, avvicinava le studentesse fuori dalle Università romane e le aggrediva sessualmente

Dopo una lunga caccia all’uomo, ieri è stato arrestato il molestatore di studentesse delle Università romane.

Le molestie sessuali

Con la scusa di promuovere il suo nuovo ristorante in zona Colosseo, si fingeva uno chef e si avvicina alle studentesse nei pressi delle Università Roma Tre e La Sapienza.

Con doti manipolatorie, si faceva lasciare il numero dalle ragazze con la promessa di gratificanti posti di lavoro. Prima di salutarle, provava a baciarle e palpeggiarle.

Ottenuto il numero di telefono, il molestatore diventava uno stalker telefonico e, nei casi più gravi, arrivava ad aggredire sessualmente le ragazze.

Le indagini

Subito dopo le prime aggressioni, fra gli studenti universitari romani è partito il tam-tam sui social. Moltissime ragazze hanno pubblicato dei post sui social per mettere in guardia le altre ragazze, invitandole a fare attenzione al ragazzo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tante studentesse hanno pubblicato a loro volta dei post in cui raccontavano di essere state vittime dell'importuno che aveva carpito la loro fiducia per poi molestarle, altre hanno descritto solo il tentativo di approccio respinto.

Grazie alle decime di testimonianze raccolte, i Carabinieri della Stazione Rome Aventino sono riusciti a realizzare un identikit del maniaco.

L’arresto

Ieri l’arresto: è un romano di 23 anni con precedenti penali, considerato a tutti gli effetti un predatore sessuale seriale.

L’uomo è stato arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Roma: i capi d’accusa sono atti persecutori e violenza sessuale.

Il molestatore attualmente si trova nel carcere romano di Regina Coeli.

 

Leggi anche:

Roma, orrore alla stazione Tiburtina, muore un uomo investito da bus

Incidente Corso Francia,ancora pedoni irresponsabili e attraversamenti avventati

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento