27 Ottobre 2021

Pubblicato il

Bus vecchi e inquinanti

Roma. Bus turistici tornano a inquinare il Centro, sospeso divieto circolazione

di Redazione
Il Tar del Lazio ha sospeso il divieto di circolazione per i bus turistici Euro 3 ed Euro 4 nelle Ztl
bus turistici a roma
Bus turistici intasano la circolazione nel Centro di Roma

“La Giunta Raggi lascia la città nello smog. Con la sospensione decisa dal Tar Lazio del divieto di circolazione per i bus turistici Euro 3 ed Euro 4 nelle zone a traffico limitato di Roma, i pullman torneranno a invadere il Centro della Capitale. Una sentenza arrivata dopo il silenzio dell’amministrazione capitolina, che dura dal 23 agosto scorso.

Sentenza del Tar squarcia il silenzio del Comune

I giudici amministrativi hanno ritenuto colpevole il Comune di non aver trovato una soluzione migliore per gli operatori delle imprese dei trasporti turistici. Evidentemente Raggi era impegnata più nella campagna elettorale che non a pensare al futuro della città”. Così Nando Bonessio e Guglielmo Calcerano, coportavoce di Europa Verde Lazio e Roma.

Mezzi vecchi e inquinanti

“Sono mezzi troppo vecchi quelli a Euro 3 ed Euro 4 usati dalle aziende di settore, che riversano nell’aria romana quantità di particelle inquinanti (NO2, PM10, PM2.5) responsabili di malattie respiratorie, tumori e morti ogni anno”, proseguono Bonessio e Calcerano. “Le imprese di trasporti avrebbero dovuto ammodernare prima della pandemia le vetture e puntare su una circolazione sostenibile.

Modello di Turismo antiquato

Ora, invece, invaderanno nuovamente le strade con lo smog, aumentando anche il rischio incidenti, visto che le vie di Roma sono popolate da biciclette e monopattini usati specialmente dai turisti. Non si può più proseguire con un modello di turismo del genere”, affermano i portavoce del partito ambientalista ed ecologista.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Hub intermodali fuori dal Raccordo

“Come Europa Verde ci uniamo all’appello delle associazioni come FridayforfutureRoma, Legambiente e Greenpeace Italia per chiedere l’individuazione di hub intermodali, fuori dal Raccordo, e l’abbandono da parte delle aziende di bus turistici di mezzi a combustibili fossili verso modelli sostenibili. Noi, con Roberto Gualtieri sindaco, ci impegneremo anche in Consiglio Comunale perché ciò accada”, concludono Bonessio e Calcerano. (Comunicati/Dire) 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo