25 Ottobre 2021

Pubblicato il

Roma, calci e pugni alla convivente davanti al figlio, arrestato

di Redazione
Un romano di 47anni in evidente stato di alterazione, è finito in manette per maltrattamenti in famiglia

E’ accaduto ieri sera in piazzale del Parco della Rimembranza in zona Pinciano. Dopo un acceso diverbio G.R., romano di 47 anni, è passato alle vie di fatto  e  ha iniziato a colpire la compagna alla presenza del figlio minore. Quando sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia di Stato del reparto volanti e del commissariato Villa Glori, la vittima, era in lacrime, all’interno di un’autovettura insieme al bambino.

L’uomo, poco distante, in evidente stato di alterazione, si è dimostrato subito ostile e aggressivo nei confronti dei poliziotti. Dai racconti della vittima si è appreso che già in passato, era stata costretta a subire violenze scaturite, probabilmente, a causa dell’eccessivo abuso di alcol e stupefacenti da parte del convivente. L’ultimo episodio proprio mercoledì scorso quando la donna, dopo l’ennesima aggressione, aveva presentato denuncia rifugiandosi poi a casa di alcuni parenti.

Ieri, raggiunta telefonicamente da un amico  aveva appreso che il compagno si trovava a Roma in stato di ubriachezza e pentito di ciò che aveva fatto, voleva incontrarla. Commossa da tale situazione, aveva accettato. All’appuntamento, salito sull’auto della donna, il G.R., ha iniziato ad insultarla e a minacciarla di morte. 

Quando la vittima ha minacciato di  telefonare alla Polizia, è stata colpita con violenza con calci e pugni. Accompagnata in ospedale la donna è stata sottoposta a vari accertamenti ed è stata giudicata guaribile in 30 giorni di prognosi. Ha riportato infatti vari traumi e una frattura alle costole. Accompagnato negli uffici del commissariato Ponte Milvio, l’aggressore è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo